IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lara Comi a Savona per parlare di Servizio Volontario Europeo: “Un’opportunità da scoprire” fotogallery

Incontro in Comune con i neodiciottenni, Caprioglio: "Con un'esperienza all'estero si impara l'inclusione"

Savona. “Alla scoperta del Servizio Civile e del Servizio Volontario Europeo – Insieme per favorire l’occupazione giovanile”. Questo il titolo dell’incontro organizzato dall’assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Savona che si è svolto questa mattina nella Sala Rossa del Palazzo Civico savonese. L’obiettivo dell’appuntamento era porre la luce dei riflettori su tematiche di attualità come l’occupazione giovanile e le opportunità a disposizione dei ragazzi e delle ragazze del territorio, e far conoscere il Servizio Civile Regionale e Nazionale e il Servizio Volontario Europeo alle associazioni giovanili e di categoria.

Servizio volontario europeo Lara comi

A parlare ai tanti ragazzi intervenuti (tra cui molti neodiciottenni delle scuole) è stata l’europarlamentare Lara Comi: “Penso che questa sia un’ottima iniziativa, e sono molto contenta di presentarla qui a Savona insieme a tanti amici – ha detto subito prima di ‘tuffarsi’ nella sala gremita – Andiamo oltre le formalità: la sostanza prevede che tanti giovani che hanno voglia di fare lo possano fare con un servizio, quello del volontariato europeo, che è poco conosciuto che stiamo spingendo sempre di più con questo tour”.

A dare il via alla mattinata i saluti istituzionali di Monica Giuliano, presidente della Provincia di Savona, e Ilaria Caprioglio, sindaco di Savona: “Sono convinta che uscire dai confini italiani, andare all’estero per fare uno stage o per lavorare sia utilissimo per i nostri ragazzi – ha spiegato – sia per chi sceglie di restare all’estero ma soprattutto per chi ritorna, con un bagaglio di esperienze non solo professionali ma soprattutto umane importantissimo. Se vai all’estero impari veramente cosa vuol dire l’inclusione, perché comprendi cosa significa rispettare gli altri e le differenze”. Un tema decisamente delicato negli ultimi tempi, con le tante tensioni legate all’immigrazione e alle frontiere: “Da italiana non mi augurerò mai di vederle chiuse – ha affermato Comi – perché vorrebbe dire avere un altro caso Ventimiglia con gli stranieri che rimangono tutti in Italia”.

L’appuntamento di questa mattina è “figlio” dell’incontro, raccontato da IVG.it, avvenuto due settimane fa tra l’assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Savona, Barbara Marozzi, e la vicepresidente della Cooperativa “Progetto Città” di Savona, Adelia Marenco, referente sul nostro territorio per il Servizio Volontario Europeo. In quella sede Marenco aveva chiesto che il Comune giocasse un ruolo attivo nel promuovere questa opportunità tra i giovani, e questa mattina Marozzi ha risposto all’appello: “Vogliamo essere sempre presenti in questi programmi, molto importanti per la formazione dei giovani – ha affermato – sono opportunità che devono essere colte. Io ringrazio Lara per essere qua a raccontarci il lavoro che stano facendo in Europa dando a tutti l’opportunità di scoprirlo: hanno risposto le associazioni giovanili, i giovani amministratori e anche le scuole, perché è giusto che vengano coinvolti anche i neodiciottenni”.

Proprio a loro, spiega Comi, si sforza di guardare la politica, nonostante un rapporto non sempre semplice tra istituzioni e mondo giovanile: “Io noto che i ragazzi sono contro la ‘cattiva’ politica, ma nel momento in cui vedono quella attiva, ‘del fare’ e tesa a raggiungere degli obiettivi sono i più interessati – ha sostenuto l’europarlamentare – Ad esempio stiamo promuovendo l’Erasmus per giovani imprenditori che ha avuto molto successo, così come ne ha avuto, almeno in alcune regioni, il Fondo Garanzia Giovani. Io penso che i ragazzi debbano sentirsi protagonisti, questo li rende maggiormente attivi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.