IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Lavagnese rifila una pesante scoppola al Savona: i biancoblù ne prendono 5 risultati

Gli Striscioni tornano in terza posizione, scavalcati dalla Massese

Savona. Game over. Se alcuni tifosi biancoblù ancora stavano credendo nella possibile vittoria del campionato, ben pochi a dire il vero, oggi hanno riposto le proprie speranze.

Il Savona, che vanta la miglior difesa del campionato, è stato mandato al tappeto dalla Lavagnese, che si è imposta con un netto 5 a 3. A metà partita, infatti, le squadre sono andate al riposo sul risultato di 4 a 1, pertanto il successo dei bianconeri non è mai stato in discussione. Trascinati da un incontenibile Croci, autore di due reti e due assist, i savonesi hanno sofferto gli attacchi dei tigullini. La difesa a tre è stata più volte saltata dagli avanti locali, che hanno fatto passare una brutta giornata alla retroguardia biancoblù.

I savonesi perdono così la seconda posizione, che torna nelle mani della Massese, e accantonano il sogno di agganciare il Gavorrano, ormai irraggiungibile.

La partita. Luca Tabbiani schiera Bellussi, Labate, Guarco, Avellino, Fonjock, Vittiglio, Tognoni, Bacigalupo, Croci, Currarino, Cirrincione.

In panchina siedono Nassano, Gallio, Guida, Carta, Sanguineti, Cafferata, Di Pietro, Ghiglia, Chiapperini.

Il Savona, sulla cui panchina siede Gianluca Sciarrone, gioca con Miraglia, Glarey, Pasqualini, Fenati, Ferrando, Mariotti, Ruggiero, Gallo, Murano, Boggian, Bordo. Lo schema è il 3-5-2.

Le riserve sono Sadiku, Pare, Di Simone, Amabile, Revello, Ciminelli, Nappello, Lumbombo, De Martini.

L’incontro è diretto da Fabio Cassella della sezione di Bra, assistito da Alessandro Castellaneta (Collegno) e Carlo Rivetti (Torino).

Al “Riboli” si contano circa duecento spettatori, con una cinquantina di tifosi ospiti. Completo giallo con risvolti neri per i padroni di casa; gli ospiti giocano con la consueta divisa a striscioni bianchi e blu, calzoncini e calzettoni blu.

Entrambe le squadre, fin dai primi minuti di gioco, appaiono determinate a conquistare l’intera posta in palio. Il primo tentativo, al 2°, è di Murano, su assist di Gallo: il suo destro termina di poco alto. Poco dopo viene ammonito Fenati per un intervento irregolare su Currarino.

Al 7° conclude a rete Croci: a lato. Al 9° è Murano a scoccare un altro destro: palla fuori di poco. Sugli sviluppi del primo corner il tocco di Pasqualini termina a lato.

All’11° la Lavagnese passa in vantaggio: batti e ribatti in area savonese, la sfera giunge sui piedi di Croci che dal limite insacca.

I bianconeri insistono. Calcio d’angolo, palla in area dove Tognoni colpisce di testa, Miraglia è battuto ma sulla linea c’è Mariotti che sventa.

Al 16° viene ammonito Currarino. Al 17° Croci riparte con velocità, sorprendendo la difesa ospite: l’attaccante locale si presenta a tu per tu con Miraglia e deposita la palla in rete, realizzando il gol del 2 a 0.

Il Savona riesce a reagire e al 19° con una gran giocata di Ruggiero, dimezza lo svantaggio. Il numero 7 guadagna una punizione subendo fallo da Cirrincione. Lo calcia lui stesso e con un tiro a giro non lascia scampo a Bellussi.

La partita prosegue su ritmi intensissimi. Al 21° Miraglia è chiamato alla parata su un tiro di Guarco.

Al 28° Croci scatta nuovamente verso la porta savonese: questa volta Miraglia gli chiude lo specchio della porta e devia in angolo.

Gli Striscioni al 32° vanno vicini al pareggio: conclusione precisa di Fenati da fuori area, indirizzata alla destra del portiere, un difensore locale devia in angolo. Sul tiro dalla bandierina il colpo di testa di Ferrando termina sull’esterno della rete.

Al 39° la Lavagnese fa tris. Sulla trequarti Bordo perde palla, Croci se ne impossessa, sulla fascia destra va via a Ferrando e mette in mezzo per Currarino che trafigge Miraglia.

Al 41° contropiede dei bianconeri, ancora una gran giocata di Croci sulla destra, palla in area per Tognoni che non perdona: 4 a 1.

Nel secondo tempo Siciliano propone Nappello al posto di Bordo. Alla luce del risultato, con le sorti dell’incontro ormai chiuse, il ritmo cala notevolmente.

All’11° Ghiglia entra al posto di Croci, grande protagonista del primo tempo. Al 13° angolo dalla destra per i locali, Vittiglio tocca e manda a lato di poco.

Un minuto dopo è Boggian a provare il tiro, ma è da dimenticare. Al 16° l’attaccante savonese cede il posto a De Martini.

Al 17° conclude a rete Gallo ma colpisce malamente e non impensierisce Bellussi. Al 19° Di Pietro sostituisce Cirrincione.

Al 21° Nappello viene ammonito per un fallo su Currarino. Al 23° discesa di Tognoni, palla in mezzo per Bacigalupo che, indisturbato, può prendere la mira e scoccare un destro imparabile per Miraglia: 5 a 1.

Cartellino giallo, al 24°, per Guarco. Il Savona riduce il passivo alla mezz’ora con un colpo di testa di De Martini, che stacca ed insacca su assist di Gallo.

Al 36° Tabbiani manda in campo Cafferata al posto di Tognoni. I biancoblù cercano di salvare la faccia; prova il tiro Gallo ma manda fuori. L’intento riesce al 43°, quando Glarey raccoglie una respinta del portiere su un destro di Murano ed infila in rete il pallone che significa 5 a 3.

Nei 4 minuti di recupero la Lavagnese batte il suo settimo corner, ma non va a buon fine. Termina 5 a 3: diciassettesima vittoria per i bianconeri, settima sconfitta per gli Striscioni.

Domenica 30 aprile il Savona cercherà di difendere la terza posizione dall’attacco della stessa Lavagnese. I biancoblù riceveranno il Viareggio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.