IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giovani ladri in trasferta fermati ad Alassio, tre denunce per furto aggravato

Grazie al rapido intervento degli agenti il gruppetto è stato bloccato e la refurtiva restituita

Alassio. Tre denunce per il reato di furto aggravato in concorso a carico di altrettanti giovani magrebini, tra i 18 e i 19 anni, regolari e residenti a Torino, in trasferta ad Alassio per il ponte del 25 Aprile. Cinque in tutto era il gruppetto di giovani che nel pomeriggio di ieri si sono presentati in due negozi di abbigliamento sportivo nel budello alassino, il “Cerruti Sport Ware” e il “Move”, esercizi commerciali dello stesso titolare.

I giovani magrebini, divisi in due gruppetti, in entrambi i casi hanno creato confusione all’interno del negozio provandosi numerosi capi di abbigliamento e intimo e distraendo la commessa sono riusciti ad infilarsi nello zaino magliette, boxer e altri prodotti. Una delle commesse si è accorta del “trucco” utilizzato dai ragazzi, ma dopo il secondo “colpo” messo a segno il gruppo si era già rapidamente dileguato nelle vie del centro alassino, facendo perdere le proprie tracce.

A questo punto è stato il titolare ad allertare le forze dell’ordine: gli agenti del commissariato di polizia di Alassio, avuta una descrizione dei giovani, hanno iniziato le ricerche: poco dopo, anche grazie ad una segnalazione arrivata da una pattuglia della polizia municipale, i cinque giovani sono stati rintracciati e identificati: una volta fermati dai poliziotti, messi alle strette, hanno confessato il furto e nei loro zaini è stata rinvenuta merce (ancora con il cartellino) per un valore complessivo di 635 euro, già restituita al titolare dei negozi.

Per tre del gruppo di magrebini, Z.E.F, 18 anni, I.E.K., 19 anni, A.B., 19 anni è scattata una denuncia per furto aggravato in concorso a seguito degli accertamenti svolti dalla polizia alassino sull’episodio: al vaglio, infatti, anche le immagini delle telecamere interne dei due esercizi commerciali presi nel mirino dai giovani ladri, che hanno immortalato tutte le fasi del furto e la loro fuga. A seguito delle indagini condotte dagli agenti due del gruppetto di magrebini sono invece risultati estranei al fatto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.