IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Finale Ligure Viva”: “Per le ex Acque Minerali sbagliato il restyling, necessaria la demolizione”

Più informazioni su

Finale Ligure. Il progetto di riqualificazione delle ex Acque Minerali (ed ex conceria) di Finalborgo varato dall’amministrazione Frascherelli finisce nel mirino del gruppo “Finale Ligure Viva”. Con una lettera aperta indirizzata all’assessore Clara Brichetto si chiede un dietrofront, rispettando anche quelle che erano le linee guida del Puc che prevedono, appunto, la demolizione dell’ex fabbrica che da tempo versa in uno stato di abbandono e degrado.

Così il vice segretario del movimento finalese Marco Scardino: “Nell’elenco delle scelte sbagliate delle opere inutili la decisione di ristrutturare un edificio che è già destinato alla demolizione è la peggiore. Non penso che si debba scomodare Renzo Piano, Sgarbi, il maggior collaboratore di Zaha Haid di Londra, né di far intervenire Striscia la Notizia per farti riflettere sulla opportunità o meno di creare una specie di palazzo dedicato al medioevo, quando abbiamo almeno quattro palazzi medioevali che stanno andando in rovina, quando le mura del medioevo hanno bisogno di restauro, quando l’ex ospedale in piazza croce verde deve essere ristrutturato, quando tutto intorno deve essere ristrutturato, quando perfino la polisportiva si vede negare i fondi per ristrutturare gli impianti sportivi per dedicarli a questo capriccio, perché a questo punto ritengo sia solo un capriccio…” si legge nella missiva indirizzata all’assessore finalese.

“Cambiare opinione diverse volte penso sia lecito in questo caso non riesco a pensare come non possa essere naturale. Prenditi 5 minuti, passeggia sotto le mura vai su al castello e guarda giù: vedrai un brutto edificio accostato alle mura, una costruzione che snatura l’ambiente, un edificio che sembra un ecomostro degli anni 70, vedi una torre medioevale con una vecchia centrale elettrica al suo intern , chiudi gli occhi immagina le mura libere di esprimere la loro storia, un parco intorno, un orto storico, un ambiente armonico ed armonioso…” aggiunge ancora “Finale Ligure Viva”

“Cara Clara decidi, da parte mia, dei cittadini, degli amici del Borgo, noi abbiamo deciso di proteggere il nostro ambiente e in ogni caso non ci daremo per vinti” conclude la lettera.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.