IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale, apertura straordinaria per l’Hangar Piaggio e la fortezza di Castelfranco foto

Appuntamento per domenica 9 aprile

Più informazioni su

Finale Ligure. Proseguono anche nel mese di aprile le aperture straordinarie, a cura della delegazione Fai Albenga Alassio e di quella di Savona, della fortezza di Castelfranco e dell’Hangar Piaggio.

Domenica 9 aprile, dalle 10 alle 16, è prevista quindi l’apertura dell’Hangar della Piaggio Aero Industries sulla via Aurelia. La Piaggio si era insediata a Finale Ligure già dal 1906, in aree a monte della ferrovia espropriate ad hoc per costruirvi prevalentemente materiale ferroviario. Tra il 1917 ed il 1920 viene costruito, a valle dell’Aurelia e quasi direttamente sulla spiaggia, l’Hangar della Piaggio per la costruzione di idrovolanti militari. La progettazione dell’Hangar viene affidata all’ingegnere Giuseppe Momo (Vercelli 1875-Torino 1940) ritenuto uno degli artefici della rinascita della coscienza architettonica per la sua battaglia contro tutti gli ornamenti in architettura. La tipologia dell’impianto è particolare: una grande navata centrale, 100 metri di lunghezza per 26 di larghezza e un’altezza di 20 metri, voltata a botte ribassata, cui si intestano perpendicolarmente cinque campate laterali, anch’esse a botte ribassata, di dimensioni più contenute che ricoprono una luce di 16,5 metri per un’altezza di 11. L’edificio, salvatosi dalle distruzioni della Seconda Guerra Mondiale, è di grande interesse per l’architettura industriale e le costruzioni in cemento armato. La visita è a contributo libero.

Sempre domenica, nello stesso orario, sarà possibile partecipare anche alle visita del Forte di Castelfranco che si trova sull’altura del Gottaro, il promontorio che separa la valle dello Sciusa da quella del Pora ed è collocato in una posizione strategica, tale da consentire di dominare il litorale dalla Caprazoppa fino a Capo San Donato. Il complesso fortilizio, che risale alla seconda metà del XIV secolo, ha subito nel corso dei secoli fasi alterne di distruzione, ricostruzione, ampliamento e ridimensionamento e, attualmente, si articola in una pianta a forma stellata, a stretto contatto con l’abitato del centro di Finale ad una quota di circa 26 metri sopra il livello del mare.

Sarà possibile visitare la mostra di opere fotografiche “Vis a vis ‘Alessio Delfino – Rêves, Pierluigi Fresia – Azzeramenti di assoluti” a cura di CE Contemporary e Vision Quest. Visita a contributo libero.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.