IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ex Acque Minerali a Finalborgo, il Pd pungola Frascherelli: “Necessario restyling complessivo dell’area”

La ricetta del Pd per la contestata area finalese: "Stimolare i privati e concorso di idee sul progetto"

Più informazioni su

Finale Ligure. Il destino dell’edificio ex Acque Minerali a Finalborgo agita le acque politiche a Finale Ligure, in particolare dopo la presa di posizione di Finale Ligure Viva che aveva scritto una lettera all’assessore del partito Democratico Clara Brichetto. Oggi è il Pd finalese a chiarire in merito ad un possibile progetto di riqualificazione della zona, già in passato al centro della bagarre politica per definire le sorti dell’ex struttura da tempo in stato di degrado e abbandono.

“IL Pd finalese ed i sui amministratori nella giunta Frascherelli non hanno cambiato e non cambiano opinione rispetto al destino dell’edificio ex Acque Minerali a Finalborgo: abbiamo chiesto e chiediamo che l’intera zona che comprende emergenze come Porta Romana, l’area Casanova, l’asta fluviale dell’Aquila con il ponte, l’Istituto ISSEL venga presa in considerazione globalmente magari attraverso un concorso di idee per valutare infine anche con i finalborghesi quali siano le scelte più consone al futuro dell’area” spiega il circolo finalese.

“Senza tale visione globale a nostro parere ogni scelta puntuale sarebbe soggetta a pareri personali ed emozionali (piace, non piace) o interessi specifici”.

“Sicuramente non riteniamo che al momento ci sia un progetto specifico di recupero e di riutilizzo dell’edificio Ex Acque Minerali tale da passare sopra ed oltre l’attuale destinazione del Puc, che prevede l’abbattimento con possibilità per il proprietario privato di trasferimento della cubatura in altra sede in base alla legge regionale vigente” precisa ancora il Pd finalese.

“Invitiamo pertanto l’assessore all’Urbanistica Orso ed il Sindaco Frascherelli a farsi promotori di un’azione tesa a rimettere in gioco il complesso delle aree di questa zona negletta di Finalborgo, azione che noi riteniamo debba partire dalla stimolazione dei privati interessati e da un bando per un concorso di idee che rispettino i complessi elementi storici ed urbanistici coinvolti nell’area” conclude il Pd di Finale Ligure.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.