IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Borghetto celebra il 25 aprile con l’esempio della partigiana Adriana “Vittoria” Colla fotogallery

La cerimonia è stata organizzata e svolta dal Comune di Borghetto Santo Spirito unitamente alla sezione locale dell'Anpi

Borghetto Santo Spirito. E’ stato il commissario straordinario del Comune, il vice prefetto vicario Fabrizia Triolo, a presiede la celebrazione tenutasi ieri a Borghetto in ricordo dell’anniversario della conclusione della seconda guerra mondiale, che vide il sacrificio di molti caduti, militari e civili, della città e dell’intera nazione.

Come avviene ormai da molti anni la giornata del 25 Aprile è stata organizzata e svolta dal Comune di Borghetto Santo Spirito unitamente alla sezione locale dell’Anpi.

I partecipanti si sono radunati nella chiesa parrocchiale di San Matteo per la celebrazione della messa in suffragio di tutti i caduti. Successivamente in piazza Libertà, presso il loggiato di Palazzo Elena Pietracaprina (ex sede del municipio) si è svolta la commemorazione ufficiale della giornata.

“Una memoria quella del 25 Aprile che non può non rappresentare un evento inclusivo per la comunità nazionale e per ogni cittadino – ha detto nel suo saluto il commissario straordinario – Una che deve farci ricordare quegli uomini e quelle donne che combatterono per la loro e la nostra libertà, che ci hanno spiegato con i fatti la forza della partecipazione e la semplicità dell’altruismo. Dalle loro convinzioni e dai loro comportamenti è nata la Repubblica.”

Sul manifesto realizzato per la celebrazione della ricorrenza dell’anniversario della Liberazione il Comune aveva voluto riportare la frase “E’ sul 25 aprile, su questa data, che si fonda, anzitutto, la nostra Repubblica”, pronunciata del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, alla cerimonia per il 71^ anniversario della Liberazione a Varallo Sesia il 25 aprile dell’anno scorso.

La presidente della sezione Anpi “Sandro Pertini” di Borghetto, Enrica Maria Tonola, ha dato lettura di un messaggio della partigiana “Vittoria” Adriana Colla, impossibilitata a presenziare alla cerimonia. Nelle parole della combattente traspare, anche questa volta, la tenacia e la volontà che l’hanno sempre contraddistinta, sin dai momenti attivi della lotta di liberazione svolta nella Val Susa. Borghettina d’adozione, lo scorso anno, ha voluto donare alla città il monumento alla resistenza ed alla costituzione, collocato nella piazza dove si è svolta la manifestazione ed inaugurato nel settembre scorso.

L’orazione ufficiale è stata tenuta da Anna Traverso, in rappresentanza all’Anpi provinciale di Savona. L’apprezzato discorso è stato incentrato sui valori della lotta di liberazione, della Resistenza, della Costituzione sino ai problemi legati ai giorni nostri relativi alle esigenze dei cittadini, delle famiglie e delle istituzioni.

Al termine è stato reso omaggio ai Caduti con la lettura dei nomi delle persone che hanno sacrificato la vita per la libertà e successivamente con la deposizione della corona d’alloro alla lapide e di un mazzo di fiori al monumento alla Resistenza.

Terminata la cerimonia il commissario straordinario ha effettuato una visita ad Adriana Colla per portare il saluto ed il ringraziamento della città e costituendo ancor oggi esempio per tutti noi, ma soprattutto per le giovani leve.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.