IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Una birra al chinotto per conquistare Londra

"Liguria del gusto e quant'altro" è la rubrica gastronomica di IVG, ogni lunedì e venerdì

Più informazioni su

“Liguria del gusto e quant’altro” è il titolo di questa rubrica curata da noi, Elisa (alla scrittura) e Stefano (alle ricerche), per raccontare i gusti, i sapori, le ricette e i protagonisti della storia enogastronomica della Liguria. Una rubrica come ce ne sono tante, si potrà obiettare. Vero, ma diversa perché cercheremo di proporre non solo personaggi, locali e ricette di moda ma anche le particolarità, le curiosità, quello che, insomma, nutre non solo il corpo ma anche la mente con frammenti di passato, di cultura materiale, di sapori che si tramandano da generazioni. Pillole di gusto per palati ligustici.

elisa stefano pezzini

Sembrava destinato all’oblio, un sapore da archiviare assieme ai bicchierini da rosolio (e al rosolio) de nonne e bisnonne. Invece, grazie ad una sapiente operazione di marketing (bisognerà ringraziare Wilma Pennino, all’epoca assessore al Turismo, che per prima credette nel suo rilancio), il chinotto di Savona è diventato in pochi anni un prodotto (presidio Slow Food) versatile e capace di trovare nuovi estimatori.

Dopo la bibita prodotta e commercializzata da Lurisia questa volta il chinotto, sbarca in Inghilterra, sotto forma di birra. Si chiamerà Ambra ed è una joint venture tra un importante birrificio londinese e Besio, storica ditta savonese che da sempre associa il suo nome al chinotto. La nuova birra è ideata per essere consumata soprattutto come bitter, secondo il rituale dell’aperitivo nostrano, un pre-dinner per incoraggiare l’appetito. Da versare in un tumbler, con ghiaccio e fettina d’arancia.

“Dopo tre anni di ricerca e collaborazione la birra è pronta. L’infuso che utilizziamo per sciroppi e bevande ora diventa il cuore di una birra innovativa, che viene commercializzata nel mercato inglese, ma per essere poi distribuita anche nel resto del mondo. Non solo. Sino ad ottobre, in più riprese, gruppi di circa 20 persone dal Regno Unito arriveranno in provincia per visitare i le coltivazioni di chinotto. Con loro ci sono giornalisti di grandi testate inglesi. Un evento promo-turistico fondamentale per il nostro territorio”, spiega Vincenzo Servodio, amministratore di Besio.

Liguria del Gusto è la rubrica gastronomica di IVG, con uscite al lunedì e al venerdì: clicca qui per leggere tutti gli articoli

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da filitti

    Ma dove sn tutte ‘ste piante di chinotto ? ? ?