IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Una banca dati per ricordare i nomi degli eroi della Resistenza in tutta la Liguria foto

Un lavoro che consente di individuare tutti coloro che hanno partecipato alla lotta di Liberazione nel territorio regionale

Savona. Dati anagrafici,  attività partigiana, posizione all’8 settembre 1943 e posizione riguardo alla Repubblica Sociale Italiana (R.S.I.). Ci sono i nomi di combattenti storici come Felice Cascione (U Megu) noto per aver composto il testo della canzone Fischia il vento. Un lavoro importante che documenta i personaggi e soprattutto gli eroi della Resistenza in Liguria e anche della provincia di Imperia perché non vengano dimenticati, ma anzi ricordati dalle future generazioni.

E’ stata attivata e implementata la Banca dati del partigianato ligure che può essere consultata entrando sul portale www.ilsrec.it.  Al momento sono state inserite 10.526 schede corrispondenti alle lettere A, B, C. Il lavoro è stato coordinato dai ricercatori ILSREC Francesco Caorsi e Alessio Parisi, con la collaborazione di volontari, tirocinanti e del personale dell’Istituto, e realizzato in tutte le sue fasi grazie al sostegno della Compagnia di San Paolo. Un’iniziativa di grande valore per promuovere l’idea della continuità con gli insegnamenti della storia del ‘900 e al tempo stesso di stimolare il dovere civile e la responsabilità etica di ognuno di noi a “coltivare la memoria”  anche attraverso i sistemi tecnologici attuali.

Il progetto di ricerca e archiviazione è stato avviato nel 2016. Un lavoro importante perché permetterà di individuare tutti coloro, che a vario titolo, hanno partecipato alla lotta di Liberazione nel territorio ligure e che hanno ricevuto l’accertamento della qualifica partigiana. Le  informazioni contenute in questo archivio elettronico consentono di tracciare le brevi biografie, evidenziando il legame tra le singole esperienze, il territorio e la Storia in cui esse hanno preso vita. Un progetto storico che può essere utile anche per ricerche e studi universitari. Un punto di riferimento importa a settant’anni  dalla Liberzione che hanno segnato la nascita e la scrittura della tavola dei valori della Repubblica italiana. Il progetto è aperto e chiunque voglia contribuire al suo completamento con testimonianze, carte, archivi familiari, potrà farlo scrivendo alla casella di posta partigianato.ligure@ilsrec.it.

Non da meno è l’attività svolta dall’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Imperia. Nato nel 1970 come centro di documentazione e di ricerca associato all’ Istituto Nazionale per la storia del Movimento di Liberazione in Italia, che ha sede a Milano. Sorto per promuovere e valorizzare la storia della lotta di liberazione nella 1a Zona Liguria, provincia di Imperia e Albenganese, con i suoi archivi e la sua biblioteca, le sue iniziative culturali ed editoriali, oggi costituisce non solo un insostituibile punto di riferimento per gli studi locali sulla Resistenza e sulla Storia Contemporanea ma un vero e proprio laboratorio scientifico impegnato nei settori della divulgazione e della didattica in collaborazione con le scuole e il Dipartimento di Storia Moderna e Contemporanea dell’Università di Genova.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.