IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Approvato il bilancio del Comune di Alassio, contraria la minoranza

Nove i favorevoli, quattro i contrari e due gli astenuti nel consiglio mattutino

Alassio. Ampia la discussione sul bilancio consuntivo 2016 in consiglio comunale ad Alassio. Alla fine la pratica sul documento economico-finanziario è passata con nove voti favorevoli, quattro contrari e due astenuti.

Bordate sono arrivate dalla minoranza, in particolare da Angelo Galtieri, capogruppo di “Insieme X” e di Piera Olivieri, capogruppo di “Progetto Alassio”, che nei loro interventi hanno sottolineato con forza le “magagne” della cittadina del Muretto.

Secondo Galtieri “questo documento approvato oggi denota l’incapacità di spesa dell’ente e degli investimenti visto che ha avanzato 14 milioni di euro. Se così non fosse allora ci troviamo di fronte ad una voracità fiscale imbarazzante. Tra l’altro emergono in maniera preoccupante due dati a cui l’amministrazione non dà risposta: il primo in merito ai parcheggi blu dove nelle entrate mancano 150 mila euro e un contratto valido tra le parti; il secondo è sull’arredo urbano dove non solo mancano il contratto e le entrate che ammontano a circa 25 mila euro, ma la società continua regolarmente fatturare e a incassare la pubblicità dalle aziende. Come sempre invieremo tutti gli atti agli organi di controllo affinché facciano chiarezza su eventuali anomalie”. Il gruppo Agorà ha deciso di astenersi e quindi non ha votato il documento contabile.

Alla fine la pratica è passata con una maggioranza compatta e la contrarietà appunto degli esponenti di “Insieme X” e “Progetto Alassio”.

“E’ emersa la sostanziale salute del comune di Alassio, nel rispetto di tutti i vincoli di finanza pubblica” ha detto il sindaco Enzo Canepa durante la seduta del Consiglio comunale.

“Il risultato di amministrazione è caratterizzato dalla presenza di un avanzo di circa 11 milioni di euro. Di questo avanzo, una consistente parte – che ammonta a circa 6 milioni di euro – è stata vincolata per la copertura dei fondo crediti di dubbia esigibilità e delle potenziali passività: posso già anticipare che la nostra Amministrazione ha chiesto di poter utilizzare una consistente porzione dell’avanzo libero per la realizzazione di opere pubbliche”.

“Alla luce degli interventi dei consiglieri, voglio chiarire che una cosa è il bilancio di previsione, un’altra il rendiconto della gestione. Nonostante l’avanzo di amministrazione accumulato negli anni sia rilevante, non si può utilizzare quest’entrata nella parte corrente del bilancio 2017. Ciò, purtroppo non ci ha permesso di ridurre le imposte locali per poter essere in equilibrio e consentire al comune di mantenere i livelli dei servizi erogati ai cittadini”, conclude il sindaco alassino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.