IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Anche 12 aziende savonesi (e 17 etichette) in mostra a Vinitaly a Verona

E' la principale fiera per il business del vino in programma dal 9 al 12 aprile

Savona. Ci saranno anche 12 aziende e 17 etichette savonesi alla prossima edizione di Vinitaly, la principale fiera per il business del vino in programma a Verona dal 9 al 12 aprile. A questa edizione della rassegna saranno presenti 4.120 aziende, delle quali 71 provenienti dalla Liguria: la provincia di Imperia, con 31 aziende e 67 etichette, è la più rappresentativa; segue La Spezia con 22 aziende e 47 etichette e Genova con le sue 3 aziende che producono 7 etichette.

Lo stand della Liguria è organizzato da Enoteca Regionale Liguria e UnionCamere Liguria ed è gestito dalla stessa Enoteca in collaborazione con l’associazione italiana sommelier (Ais).

In Liguria la produzione di vino di qualità è un trend in crescita, con i suoi 1.450 ettari di vitigni. Le 1.600 aziende sul territorio hanno una produzione annua di vino a denominazione di origine di circa 40 mila ettolitri, ovvero oltre 4 milioni di bottiglie di vino messe in commercio.

“Questa è un’edizione importante – commenta l’assessore regionale all’agricoltura, Stefano Mai – non solo sono aumentati gli spazi, ma soprattutto le etichette, che sono passate da 128 a 141. La produzione del vino è un settore in continua crescita e in evoluzione e vede una produzione annua di 4/5 milioni di bottiglie. Un numero buono, ma vi è ancora spazio. Oggi, i viticoltori puntano alla diversificazione, sperimentano, stanno vinificando ottime bollicine. Sempre puntando alla qualità”.

“Il settore vinicolo ligure – ha sottolineato Mai – si sta caratterizzando per una dinamicità particolare che si riscontra anche nella grande richiesta che abbiamo avuto nell’ultima richiesta di assegnazione delle superfici vitabili che a oggi ammontano a 1.450 ettari. La Liguria si caratterizza per una viticoltura che molti definiscono eroica, perché occorre davvero una sana dose di coraggio per fare i viticoltori sul territorio ligure così aspro e difficile con le sue colline che guardano il mare. Nonostante ciò la nostra regione ha saputo differenziare la propria produzione, migliorandola negli anni tanto che oggi siamo in grado di confrontarci con la migliore enologia italiana come confermato dalle sempre numerose presenze allo stand ligure al Vinitaly e alle esportazioni in aumento in ogni parte del mondo”.

Il sistema di qualità della vitivinicoltura ligure si esprime in otto denominazioni di origine e in quattro indicazioni geografiche, con 31 qualità di viti, tra uve bianche e nere, coltivate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.