IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le associazioni di IVG.it - ARCI Savona

Informazione Pubblicitaria

Al NuovoFilmStudio di Savona la proiezione del film “Personal Shopper”

Più informazioni su

Venerdì 14 aprile (alle 18 e alle 21.15), sabato 15 aprile (alle 17.30, alle 20.30 e alle 22.30), domenica 16 aprile (alle 15.30, alle 17.30, alle 20.30 e alle 22.30) e lunedì 17 aprile (alle 15.30, alle 17.30 , alle 20.30 e alle 22.30) al NuovoFilmstudio di Savona è in proiezione “Personal shopper”, di Olivier Assayas, con Kristen Stewart (Francia 2016, 105′). Il film è stato premiato per la miglior regia al Festival di Cannes 2016.

Maureen è una giovane statunitense che lavora a Parigi come personal shopper, ovvero si occupa di scegliere i vestiti ideali, con un budget stratosferico a disposizione, per una star molto esigente. Ma Maureen ha anche la particolare capacità di comunicare con gli spiriti, dono che condivideva con il fratello gemello Lewis, da poco scomparso. Mentre è in cerca di un contatto con l’aldilà per poter salutare definitivamente Lewis e riappacificarsi con la sua perdita, Maureen inizierà a ricevere ambigui messaggi inviati da un mittente sconosciuto…

Come già nel precedente film, “Sils Maria”, in cui Kristen Stewart è l’assistente personale di un’attrice famosa interpretata da Juliette Binoche, in “Personal shopper” Olivier Assayas racconta una storia di ricerca d’identità, in cui l’io della protagonista è sfuggente e riflesso in diverse superfici. Thriller psicologico, giallo, dramma, la pellicola stessa ha un’identità complessa e multiforme, proprio come Maureen, finendo in un gioco di specchi in cui la totale libertà creativa è l’unica presenza davvero certa. I mondi di Assayas non sono chiusi, non fabbricano certezze sfoggiando regie virtuose e istantanee del presente. Al contrario la potenza della sua messinscena è fatta di discrezione e morbidezza che compongono un romanzo dell’umano. Kristen Stewart, alla seconda prova con Assayas, è uno dei punti di forza del film: la storia infatti è tutta incentrata sulla sua fisicità e sui suoi gesti nervosi. Ancora non totalmente libera dal suo personaggio pubblico, l’attrice americana è comunque ormai ben lontana dall’inespressività di “Twilight”, che ha sostituito con una ricerca sincera di ruoli e sentimenti complessi, realizzando forse la sua migliore interpretazione fino a ora. “Personal Shopper” è un film sorprendente anche nei suoi tentennamenti, negli eccessi di genere in cui ritroviamo l’universo poetico del regista francese, accordati magari in modo meno compatto del solito, ma con lo stesso pudore, grazia visuale e soprattutto amore profondo per il cinema.

NuovoFIlmStudio si trova presso le Officine Solimano in piazza Pippo Rebagliati a Savona. Ingresso con tessera ARCI

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.