IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Abbordaggio riuscito: i Pirates battono i White Tigers e raggiungono i Predatori

Aggancio in testa alla classifica del girone E

Savona. Un mare in tempesta non spaventa i pirati che serrano i ranghi, rinforzano le vele e tornano ad essere una squadra cinica, capace di far male nei momenti cruciali, battendo i White Tigers Massa.

Partono bene i liguri, in completa tenuta bianca. Un buon drive che li porta subito a ridosso della end zone toscana. Il quarterback #1 Burato prova il qb sneak, ma perde la palla che rotola comunque in end zone e viene prontamente ricoperta dal #81 Prosetti che porta cosi in vantaggio i pirati. La trasformazione di Colombo non riesce. White Tigers 0, Pirates 6.

La reazione toscana arriva. Un ottimo drive con corse e lanci ma un fumble del qb vanifica il buon lavoro. Si cambia sponda, ma l’attacco ligure si inceppa. Palla di nuovo ai toscani. Altro fumble, sempre ricoperto dalla D pirata, oggi in grande forma. Un buon drive ligure, con un’ottima ricezione di #81 Prosetti che viene annullata per un holding della sua linea di attacco. Attacco pirata sotto pressione della D toscana che forza il lancio del quarterback ligure, che viene intercettato. Altro drive massese ma nuovamente un altro fumble toscano, sempre forzato dai placcaggi della D ligure, vera protagonista del primo quarto del match. Field goal pirata, fuori. Rientra la offense toscana. Snap sbagliato del centro che costringe il suo qb alla rincorsa del pallone, che viene però recuperato dalla D pirata sulle 10 yds toscane. Entra la offense che ringrazia e segna con #1 Burato. Anche questa volta però, calcio bloccato. White Tigers 0, Pirates 12.

Primo tempo veramente da sagra degli errori dei rispettivi attacchi. Ne esce vincitore la D savonese che recupera ben quattro palloni che il suo attacco trasforma in punti in almeno in una occasione. Questo basta per i liguri a trovarsi in vantaggio alla fine del primo tempo. Massimo risultato con il minimo sforzo.

Il secondo tempo si apre con un altro field goal sbagliato dai liguri. Successivo drive toscano fermato con un intercetto del #22 Marcato. I pirati ripartono sulle 40 yds toscane. Qui una magia del #1 Burato, che in corsa, lancia per 30 yds # 49 Ruta che s’invola solitario in end zone. Trasformazione di Colombo perfetta. White Tigers 0, Pirates 19.

L’attacco toscano si disunisce. Nonostante le corse del suo qb, la offense massese non è mai entrata in red zone. La linea di difesa savonese mette la firma nel match con un placcaggio durissimo del DT #69 Dervishi che fa perdere la palla al runner. Arriva il LB #44 Leoni, che la raccoglie e corre entrando in end zone. Colombo non trasforma. White Tigers 0, Pirates 25.

Ripartono in attacco i locali. Altro placcaggio ed altro fumble, sempre ricoperto dalla D ligure. Ma questa volta la offense pirata controlla il cronometro. Un primo down conquistato, ma al successivo drive l’attacco ligure va al punt. I toscani ora forzano il gioco aereo e trovano il #47 Bruno che intercetta e riporta l’ovale in end zone. Trasformazione bloccata. White Tigers 0, Pirates 31.

Mancano oramai pochi minuti. Spazio ai backup liguri e finalmente i toscani trovano il touchdown della bandiera. Trasformazione riuscita. White Tigers 7, Pirates 31. Fine match.

La partita non è stata bellissima, come le due squadre avevano abituato. Il gioco di attacco, sia ligure che toscano, è stato parecchio spezzettato e privo di ritmo, producendo minimi guadagni per entrambi. I liguri hanno creato qualcosa in più ed hanno saputo trarre il massimo profitto con il minimo sforzo, trasformando in punti le palle recuperate dalla propria difesa. Ancora da rivedere il gioco sulle corse che ha balbettato, ma la linea toscana ha grande merito di questo.

Bene sui lanci, con Burato sugli scudi che avrebbe meritato guadagni migliori e sicuramente un altro td pass se i suoi ricevitori avessero droppato qualche palla in meno. La D ligure ci è sembrata nettamente più in forma, più reattiva e molto più fisica nei contatti. La palma del mvp la merita tutta la D pirata, “The black wall”.

Appuntamento con il ritorno di questo match a campi invertiti, domenica 23 aprile al Pirates Field di Luceto alle ore 15. Sarà sicuramente un altro incontro ed i Pirates non devono pensare di aver già vinto perché i toscani, dopo questa partita, hanno esaurito tutti i bonus degli errori e sicuramente daranno il massimo per recuperare la posizione in classifica utile per l’accesso ai playoff.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.