IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, lo chef Bruno Barbieri a “lezione di fritto” dai ragazzi di Alalunga foto

“Ti facciamo vedere noi come si fa un fritto buono” è stato l'invito rivolto dai tre ragazzi a Barbieri

Savona. Hanno rivelato i loro segreti culinari ad un “allievo” molto particolare e per certi versi perfino insospettabile i tre ragazzi di Alalunga, il peschereccio-ristorante della Vecchia Darsena di Savona.

A bordo della barca attraccata a Calata Sbarbaro, infatti, è salito lo chef Bruno Barbieri, severissimo giudice di MasterChef in trasferta sotto la Torretta per seguire una “lezione di fritto” tra i fornelli di Davide Busca, Lorenzo Bergesio e Mauro Mantero, i “ragazzi che fanno il fritto sulla strada”.

“Ti facciamo vedere noi come si fa un fritto buono” è stato l’invito rivolto dai tre ragazzi a Barbieri. Che non ha perso l’occasione per raggiungere Savona e conoscere di persona questa nuova ma già molto nota realtà imprenditoriale e gastronomica.

E la ricetta per “un fritto buono” è assai semplice: “Serve pesce fresco e olio caldo – hanno spiegato i tre giovani pescatori-chef a Barbieri – Quando viene infarinato, il pesce deve essere il più asciutto possibile, altrimenti l’acqua finisce nella friggitrice. Quando è pronto, si sala”.

Già, ma quale sale usare? La scelta dei tre giovani cuochi non convince Barbieri: “Usiamo il sale iodato”. Un’opzione che lascia perplesso il giudice del talent culinario di Sky: “Siamo ancora al sale iodato – nota fintamente sarcastico – C’è il sale di Trapani, quello di Cervia… Ce ne sono un sacco e usate il sale iodato?”

Nonostante la scelta, però, il risultato è di tutto rispetto. O quasi: “Comunque il fritto non è male – concede Barbieri – Non è buonissimo ma non è neanche male”.

Bruno Barbieri Alalunga

E poi arrivano i sorrisi e le strette di mano e i complimenti: “Bella storia, ragazzi. E’ così che si fa”, dice Barbieri prima di salutare Davide, Lorenzo e Mauro. Che di certo non dimenticheranno facilmente questa piccola “lezione di fritto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.