IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cinque reti e tante emozioni: la battaglia di Forte dei Marmi premia il Savona risultati

I biancoblù si impongono per 3 a 2 e restano appaiati alla Lavagnese in terza posizione

Savona. Partita appassionante e coinvolgente a Forte dei Marmi, dove si sono affrontate Real Forte Querceta e Savona. Alla fine l’hanno spuntata i biancoblù, ma non è stato facile tornare a casa con i 3 punti.

Al vantaggio segnato da Boggian i locali hanno prontamente replicato. A metà primo tempo i toscani sono rimasti in dieci per un’espulsione, ma il Savona non ne ha approfittato, anzi, poco dopo l’intervallo si è ritrovato sotto di un gol. Ma un rapido uno-due dei liguri, in meno di un minuto, ha ribaltato il risultato. Nell’ultimo istante del recupero la squadra versiliese ha colpito la traversa, sfiorando il pari.

La partita. Il Real Forte Querceta allenato da Guido Pagliuca gioca con Fonsato, Pedruzzi, Manca, Remedi, Lorenzo Biagini, Verdi, Pizza, Fabio Biagini, Ferretti, Falchini, Chianese. Si schiera con il 4-3-1-2 e scende in campo in divisa nera con una striscia azzurra sul petto.

A disposizione ci sono Motti, Del Sorbo, Cauz, Bengala, Di Vito, Rossi, Rosati, Moriconi, Venuto.

Alessandro Siciliano manda in campo Prisco, Mariotti, Monticone, Fenati, Ferrando, Glarey, Ruggiero, Gallo, Boggian, Nappello, Damiani. I savonesi giocano con la tradizionale divisa a striscioni biancoblù: lo schema è il 3-5-2.

Le riserve sono Miraglia, Bordo, Scienza, Martino, Preci, Revello, Di Simone, De Martini, Lumbombo.

Dirige la partita Alessio Angelo Boscarino della sezione di Siracusa, assistito da Crescenzo Mazzuoccolo ed Alfredo De Falco (Nola).

Al 17° il Savona sblocca il risultato: tiro di Ruggiero, corta respinta di Fonsato, Boggian è lì e con il piatto destro appoggia la palla in rete.

Si riparte, il Real Forte Querceta si spinge all’attacco. Chianese serve Falchini, Ferrando lo aggancia e il numero 10 locale va a terra. Calcio di rigore e il destro di Fabio Biagini spiazza Prisco. L’arbitro, però, lo fa ribattere. Fabio Biagini si ripete. Al 21° il risultato è di 1 a 1.

Al 23° viene espulso Falchini per una gomitata a gioco fermo ai danni di Mariotti. Nella stessa circostanza viene ammonito anche lo stesso difensore savonese.

La superiorità numerica non sembra giovare al Savona. Al 27° Chianese colpisce di testa in area: a lato. Al 31° una conclusione di Boggian termina alta sopra la traversa; poco dopo ci prova Nappello ma non centra lo specchio della porta.

Al 35° punizione dal limite di Nappello: questa volta il suo tiro è in porta, ma Fonsato non si fa sorprendere. Poco dopo, sugli sviluppi del conseguente angolo, la deviazione di testa di Ferrando finisce a lato. Al 44° Ferrando tocca per Damiani: la sua stoccata da fuori area è respinta in angolo dal portiere.

Dopo un minuto di recupero si va al riposo sul punteggio di 1 a 1, al termine di un primo tempo divertente, giocato a buon ritmo da entrambe le squadre.

Nel secondo tempo si riparte senza cambi. Al 6°, dopo un colpo di testa di Manca respinto, l’azione dei locali prosegue e Ferretti, sfruttando un errore difensivo dei biancoblù che dimenticano di marcarlo, trafigge Prisco con un diagonale.

All’11° Pagliuca fa rifiatare Remedi ed inserisce Cauz. Il primo tiro del Savona nella ripresa viene provato da Glarey al 19° e termina a lato. Poco più tardi viene ammonito Fonsato.

Al 20° Siciliano inserisce De Martini al posto di Gallo. Al 23°, sugli sviluppi di un corner, va al tiro Fenati: fuori. Il Savona ristabilisce la parità al 25°: cross di Mariotti e colpo di testa vincente di Glarey, ben appostato sul secondo palo.

Il Real Forte Querceta riparte dal centrocampo, perde palla e De Martini, con un’azione personale, va in gol. Nel giro di 40 secondi gli Striscioni colpiscono due volte e ribaltano il risultato.

Dalla panchina Scienza viene espulso per proteste. Al 35° tra i locali entra Rosati al posto di Verdi. Ancora due cartellini gialli, entrambi all’indirizzo di giocatori savonesi: ne fanno le spese De Martini e Prisco.

Al 40°, tra i padroni di casa, Venuto prende il posto di Pedruzzi. Nel Savona Bordo sostituisce Nappello. I biancoblù gestiscono agevolmente il vantaggio, dato che i toscani accusano la stanchezza e non creano altri pericoli. Pagliuca viene allontanato dalla sua panchina per proteste.

Tra le fila del Savona, però, c’è ancora un ammonito: Ferrando, per un fallo su Venuto. L’arbitro assegna 5 minuti di extratime. Al 50° si annota l’ingresso di Di Simone per Glarey. Nel recupero del recupero i locali sfiorano il pareggio: punizione di Fabio Biagini, in area Lorenzo Biagini devia in spaccata e colpisce la traversa. Ultimo sussulto di una gara dalle numerose emozioni.

Per i biancoblù è la quattordicesima vittoria, grazie alla quale tengono il passo della Lavagnese, oggi vittoriosa a tavolino, e possono continuare ad ambire ad un buon terzo posto finale. Domenica 26 marzo il Savona affronterà in trasferta l’Unione Sanremo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.