IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Borghetto 2017, incontro tra Forza Italia e Lega Nord: “Chiarite le incomprensioni”

“Siamo arrivati quasi ad un pre-accordo che dovrebbe essere ratificato la prossima settimana"

Borghetto Santo Spirito. Si è risolto con una “fumata grigia” l’incontro avvenuto ieri sera tra i membri del direttivo di Forza Italia e quelli della segreteria della Lega Nord di Borghetto Santo Spirito in vista delle elezioni che tra qualche mese porteranno al rinnovo dell’amministrazione comunale.

I due gruppi, guidati rispettivamente dal coordinatore cittadino Bruno Angelucci e dal segretario di sezione Enzo Ricotta, hanno avuto modo di confrontarsi e di “chiarire le piccole incomprensioni e le altre situazioni” che nelle scorse settimane avevano fatto quasi pensare che i due schieramenti che hanno amministrato la città per tre lustri (prima con Franco Malpangotto e poi con Santiago Vacca) prendessero direzioni opposte in vista delle comunali che si terranno tra circa 90 giorni.

Due le “pietre dello scandalo” che nei giorni scorsi avevano portato la Lega Nord a mettere in dubbio la ricostituzione della partnership politico-amministrativa che ora guida anche la Regione.

La prima è stata l’incontro pubblico organizzato da Forza Italia pubblico organizzato per la sera del 6 marzo nell’ex sala consiliare di Palazzo Pietracaprina. Dal punto di vista degli organizzatori, la serata aveva l’obiettivo di iniziare a raccogliere le idee e le proposte dei cittadini riguardo una molteplicità di temi e utilizzare questi spunti per iniziare a stilare il programma elettorale.

Un intento che Ricotta non ha condiviso: “Riunioni di questo genere favoriscono il confronto coi cittadini ma non portano a nulla – aveva detto il segretario della Lega – Noi avevamo proposto di iniziare incontrando le categorie, in modo da cominciare a costruire un programma o, in un’altra fase, limare un programma che doveva già esistere nei suoi elementi principali. Secondo noi la cosa principale è sedersi intorno ad un tavolo e parlare di idee e programma, cosa che ad oggi non c’è. Invece si è deciso di procedere in questo modo”.

Anche per questo motivo, Enzo Ricotta aveva annunciato che non avrebbe partecipato alla serata: “Riteniamo che sia necessario fare un po’ d’ordine. Da quello che ci sembra, l’eventuale ‘lista civica di centro-destra’ rischia di allargarsi a figure di provenienza diversa che come Lega non potremmo accettare”.

E sulla “lista nera” della Lega figurano alcuni personaggi presenti alla riunione dell’altra sera al “municipio vecchio”, come ad esempio alcuni esponenti dell’ex amministrazione comunale di Gianni Gandolfo e l’ex direttore generale dell’Asl2 savonese Flavio Neirotti. Insomma, una “promiscuità” politico-amministrativa che non convince Ricotta ed i suoi, che pur essendosi ritrovati davanti a Palazzo Pietracaprina, poi si sono rifiutati di partecipare all’assemblea proprio a causa della presenza di alcune di questi “indesiderabili”. 

Il dissidio è rimasto insoluto per oltre due settimane e, come detto, ha portato i “politologi” cittadini a pensare che Forza Italia e Lega Nord prendessero strade diverse alle elezioni. Questo anche in virtù di alcune affermazioni dello stesso vulcanico segretario della Lega Nord, che si era detto pronto a “correre da solo” piuttosto che dare vita a “matrimoni impossibili” con gruppi comprendenti transfuga provenienti da compagini che fino a qualche mese prima erano avversari politici.

Ieri sera, però, Forza Italia e Lega Nord si sono incontrati e hanno iniziato a dialogare per cercare di appianare queste divergenze. Secondo quanto riferito dal coordinatore cittadino di Forza Italia, Bruno Angelucci, l’incontro è stato piuttosto proficuo e ha permesso di chiarire le incomprensioni createsi nell’ultimo periodo: “Siamo arrivati quasi ad un pre-accordo che dovrebbe essere ratificato, speriamo positivamente, la prossima settimana, cioè dopo il congresso della Lega Nord di domenica”.

Insomma, salvo sorprese dell’ultimo minuto pare che alle prossime amministrative di Borghetto si ripresenterà la “coppia storica” costituita proprio da Forza Italia e Lega Nord.

Per quanto riguarda gli altri schieramenti, mentre in ambito “civico” i lavori proseguono alacremente, seppure sottotraccia, dal fronte del centro-sinistra e del Pd tutto tace. Al momento non è scontata la partecipazione dei Dem alla tornata elettorale. Qualora una delle anime principali della vecchia amministrazione Gandolfo dovesse decidere di riprovarci, però, è altamente probabile che segua la strategia già anticipata dal centro-destra e cioè la creazione di una lista civica di area centro-sinistra.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.