IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pini di corso Tardy e Benech: sopralluogo di Comune, Ata e Wwf. Santi: “Priorità all’incolumità dei cittadini”

E' stata effettuata un'attenta analisi circa la stabilità delle piante

Savona. Questa mattina l’assessore a lavori pubblici, ambiente e verde pubblico del Comune di Savona, Pietro Santi, ha effettuato un sopralluogo in corso Tardy e Benech per effettuare alcune verifiche relativi ai pini e alle radici delle piante che, nel corso degli anni, hanno creato grosse problematiche alla viabilità e alla stabilità del manto stradale.

Assieme all’assessore erano presenti il dirigente del settore ambiente Marco Delfino, l’ispettore capo della polizia municipale di Savona Giuseppe Scozzafava, Danilo Pollero e Bruno Maglio di Ata Spa, l’agronomo del Wwf Collina e Stefano Gatti, delegato alla tutela del patrimonio arboreo della stessa associazione.

“Assieme ai tecnici e ai rappresentanti del Wwf, abbiamo effettuato un approfondito sopralluogo dell’area, per verificare la situazione attuale dei pini presenti e delle radici che hanno divelto la strada. Questo, a conferma della assoluta trasparenza dell’amministrazione comunale di Savona e della disponibilità a trovare soluzione condivise a tutela dell’ambiente e nell’interesse della comunità – spiega Santi – Abbiamo potuto constatare la notevole vulnerabilità delle piante presenti, che già da tempo hanno manifestato serie problematiche di stabilità e strutturali. La situazione è assai diversa rispetto a quella presentatasi in via Einaudi ad Albenga, dal momento che corso Tardy e Benech rappresenta una delle arterie principali di Savona, una strada di accesso al traffico di mezzi pesanti nei cui pressi sussistono un istituto scolastico e un palazzetto dello sport. Le peculiarità sono dunque molto differenti, anche nelle stesse piante”.

“Sarà ora necessario effettuare una serie di prove di trazione con sensori, per verificare nel dettaglio lo stato di salute degli alberi. Ci stiamo impegnando al massimo per salvare quante più piante possibili, nonostante le molteplici criticità. L’obiettivo è tutelare l’ambiente, ma dando assoluta priorità alla sicurezza e alla incolumità dei cittadini”, conclude Pietro Santi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.