IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le associazioni di IVG.it - ARCI Savona

Informazione Pubblicitaria

Nel week-end al NuovoFilmstudio: Moonlight

Più informazioni su

 

Golden Globe 2017 come miglior film drammatico; candidato a otto premi Oscar, tra cui miglior film e miglior regia.

Miami. Il giovane Chiron vive nei difficili sobborghi di Miami, una zona fortemente colpita dall’abuso di droga. Nero fra soli neri, dei suoi coetanei non condivide l’atteggiamento aggressivo, l’arroganza che indossano fin da piccoli. Vittima di bullismo a scuola e schiacciato da una vita domestica difficile, Chiron non è un duro, ma nemmeno un debole. La sua è una lotta interiore per cercare di cambiare la propria esistenza e accettare i propri sentimenti…

Se si può parlare di un cinema black, “Moonlight” è cinema black, ispirato e realizzato da autori di colore (Barry Jenkins ha basato il suo film sul dramma teatrale “In the moonlight black boys look blue” di Tarell McCraney) e interpretato da alcuni tra i più talentuosi attori neri sulla scena attuale. Ma il film di Jenkins non parla solamente di un popolo, di una cultura, di un contesto sociale; parla a tutti e sa farlo magnificamente. Il regista dimostra una grande sintonia con il materiale di partenza e ne conserva le ambientazioni e la struttura in tre atti. Così incontriamo Chiron in tre fasi della sua vita e in tre incarnazioni diverse. Dell’origine teatrale “Moonlight” conserva anche e soprattutto la cifra stilistica più specifica e rilevante, il rapporto profondo con la psiche e il corpo del protagonista, che riesce a evocare attraverso una messa in scena naturale e un’attenzione maniacale ai dettagli nelle performance recitative. Ai tre Chiron, ma anche ai loro comprimari, viene chiesto di comunicare soprattutto con sguardi, silenzi, gesti e fisicità, e il risultato è un’intimità miracolosa che permette di condividere ogni sfumatura dello struggimento del protagonista. “Moonlight” è una riflessione intensa e poetica sul senso di appartenenza, sulla famiglia, l’amicizia e l’amore.

Il racconto di una vita ai margini che mostra come la strada per la conquista dell’identità accomuni tutti e le differenze non siano che dettagli, ingigantiti dalla paura e dall’ignoranza.

• Venerdì 17 Febbraio 18:00 – 21:15
• Sabato 18 Febbraio 17:30 – 20:30 – 22:30
• Domenica 19 Febbraio 15:30 – 17:30 – 20:30 -22:30

NuovoFilmstudio c/o Officine Solimano, Piazza Rebagliati 1 – Savona

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.