IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ruba denaro da un portafogli, si pente e lo confessa al prete: indagine “ecclesiastica” dei vigili di Pietra

A complicare il lavoro degli agenti la norma canonica, che stabilisce che i sacerdoti sono tenuti al "segreto professionale"

Pietra Ligure. E’ stato necessario spulciare il codice di diritto canonico e perfino i compendi di diritto ecclesiastico per risolvere il “caso” avvenuto oggi a Pietra Ligure e che ha visto protagonisti il parroco e un ufficiale della polizia municipale.

Oggi il sacerdote ha riferito all’agente di aver ricevuto la visita, in basilica, di un cittadino che si è detto pentito di aver “asportato” da un portafoglio momentaneamente lasciato sul bancone di un negozio una consistente somma di denaro.

Il codice di diritto canonico stabilisce che il sigillo proibisce al confessore di far uso o avvalersi delle conoscenze acquisite e che gli accordi tra la Santa Sede e la Repubblica italiana del 1984 (Concordato) stabiliscono che “gli ecclesiastici non sono tenuti a dare ai magistrati o ad altra autorità informazioni su persone o materie di cui siano venuti a conoscenza per ragione del loro ministero”.

Tale principio è stato codificato nell’articolo numero 200 del codice penale che disciplina il segreto professionale, riconoscendo ai ministri di confessioni religiose un particolare statuto atto ad astenersi dagli obblighi a deporre o a riferire all’autorità giudiziaria.

Nonostante queste prescrizioni, la polizia municipale indagherà sulla vicenda, anche solo per rintracciare il legittimo proprietario del denaro. Gli agenti non si sbilanciano sul luogo in cui è avvenuto il furto né sull’entità del bottino. Il contante nel frattempo è stato sequestrato dai vigili: la sua restituzione sarà legata ad un particolare nulla-osta da parte dell’autorità giudiziaria. La municipale denuncerà l’accaduto alla magistratura di Savona.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.