IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bandiera Lilla, il savonese primeggia tra i “comuni accoglienti”: in crescita i turisti con disabilità

Savona. E’ stata presentata la nuova edizione Bandiera Lilla, marchio che promuove e incentiva l’accesso al turismo per le persone con disabilità, premiando e supportando quei Comuni che prestano una particolare attenzione a questo target turistico e si attrezzano a questo scopo.

Alla conferenza stampa presso la Camera dei Deputati sono intervenuti il Presidente della cooperativa sociale Bandiera Lilla Roberto Bazzano, la scrittrice Simonetta Agnello Hornby, gli onorevoli Lorenzo Basso e Antonio Palmieri e il Vicesindaco del comune Bandiera Lilla di Santa Margherita Ligure Emanuele Cozzio. Ha partecipato al lancio anche l’atleta Oro Paraolimpico Francesco Bocciardo con un video-messaggio di saluto.

Come ricordato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della giornata internazionale per i diritti delle persone disabili, per promuovere il diritto all’inclusione e sollecitare l’eliminazione delle barriere architettoniche, esortando le istituzioni affinché l’inclusione diventi realtà: “Tanti passi avanti sono stati compiuti nella legislazione e nell’organizzazione sociale. Una maggiore sensibilità culturale si è sviluppata attorno al valore positivo delle diversità e alla necessità di rimuovere barriere – anche occulte – che condizionano ed escludono. Ma purtroppo tanti ostacoli devono ancora essere abbattuti: nella vita quotidiana, nelle strutture economiche e sociali, nei pregiudizi di chi si sottrae ai doveri di solidarietà”.

I disabili italiani sono oltre 4,1 milioni nel 2014 pari al 6,7% della popolazione destinati a diventare 4,8 ml nel 2020 e 6,7 mln nel 2040 (dati e proiezioni CENSIS 2014) e sono oltre 80 milioni i disabili residenti in Europa pari al 10,7% della popolazione (dati UE 2015).

Nata nel 2013, con l’obiettivo di coniugare il binomio Turismo e Disabilità utilizzando in chiave sociale il marketing turistico e i diritti della persona disabile, Bandiera Lilla si prefigge lo scopo di superare quella situazione disomogenea dell’accessibilità turistica in Italia che colloca il nostro paese a livello medio/basso in confronto agli altri paesi europei.

Attraverso l’adesione delle Regioni (e via via dei Comuni italiani) al Protocollo Bandiera Lilla sarà possibile accedere alla valutazione per l’ottenimento del riconoscimento che sarà rilasciato ai comuni che dimostrano una attenzione particolare verso il turismo disabile.

Il riconoscimento Bandiera Lilla costituisce per i Comuni lo stimolo a migliorare l’esistente e a “fare rete” con le associazioni che si occupano di disabilità in vista di un obiettivo comune.
Inoltre Bandiera Lilla fornisce un concreto sostegno alla promozione turistica dei Comuni che abbiano ottenuto tale riconoscimento, e rappresenta un canale privilegiato ed efficiente per attingere al bacino di 80 milioni di potenziali turisti disabili europei che hanno difficoltà nel reperire un’offerta adeguata in Italia.

La candidatura per ottenere il riconoscimento avviene compilando un questionario che indaga l’accessibilità delle strutture pubbliche comunali legate al turismo per le disabilità motorie, visive, uditive, di patologie e intolleranze alimentari. Parallelamente viene condotta un’indagine relativa alla diffusione delle informazioni sull’accessibilità rivolte alle strutture ricreative, museali, ai teatri, alle spiagge e alle attrezzature sciistiche.

A tutti i comuni viene offerta gratuitamente la possibilità di accedere a una rete informativa per l’accesso ai fondi di finanziamento pubblico ed europeo, allo scambio di buone pratiche, mentre i comuni che ottengono il riconoscimento accedono automaticamente alla promozione dei servizi offerti e ai canali preferenziali dei potenziali utenti che, solo per la disabilità motoria, è tra Europa e Stati Uniti, di parecchie decine di milioni.

La prima fase di sperimentazione condotta nella Regione Liguria ha portato alla consegna del riconoscimento a ben 10 Comuni e ha dimostrato che è possibile utilizzare questo strumento anche come rilancio dell’economia e incentivo all’accoglienza del turismo disabile. Il savonese primeggia nella classifica, con ben cinque comuni: Celle Ligure, Finale Ligure, Loano, Noli e Pietra Ligure, in prima linea nella promozione di servizi e progetti per favorire l’accoglienza di turisti con disabilità motorie, visive, auditive e patologie alimentari.

La naturale evoluzione della Bandiera Lilla è quindi la sua estensione a tutto il territorio nazionale al fine di poter presentare al turismo disabile proveniente dall’estero un «pacchetto» di offerta completo, interessante, chiaro e facile da reperire.

Notevole il potenziale di utenza turistica disabile generale: in Italia 11,48 mln, Europa 224 mln tale cifra è in costante aumento se si pensa che i dati relativi al 2009 del Ministero del Turismo davano il potenziale turistico in Italia pari a 9,4 mln e quello europeo a 104 mln.

Inoltre la cifra europea è notevolmente più alta rispetto ai dati 2009 poiché vengono considerate persone con disabilità anche una quota di persone anziane aventi particolari e cronici problemi per i quali necessitano di una accessibilità migliorata.

La permanenza media del turista internazionale in Italia è di 4,4 giorni con una spesa procapite giornaliera di 112,98 euro. Per un totale di poco più di 497,00 euro di spesa media pro capite. Nel 2015 l’Italia ha visto l’arrivo di 50,7 mln di turisti, ponendosi al quinto posto come capacità attrattiva dopo Francia, USA, Spagna e Cina e al terzo posto come permanenza dei turisti dopo Francia e Spagna. I turisti internazionali provenienti da paesi europei sono pari a circa il 50% del totale di turisti internazionali, pari quindi a 25,35 mln.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.