IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il vescovo Oliveri trasloca in Seminario, in esilio dopo 25 anni di missione pastorale

Ultima fase dopo le dimissioni del presule che per 25 anni ha guidato la Diocesi albenganese

Albenga. Prima le dimissioni. Ora l’esilio. Il vescovo della Diocesi di Albenga e Imperia che per 25 anni ha guidato l’attività pastorale in Riviera lascia il Palazzo Vescovile per trasferirsi in Seminario. Per un quarto di secolo ha soggiornato nell’appartamento che fu del vescovo Alessandro Piazza.

Ora il presule di Campoligure ha fatto le valigie per traslocare più o meno in riva al mare. Aveva chiesto di poter mantenere il suo alloggio a palazzo vescovile, ma l’istanza non è stata accolta dal suo successore Guglielmo Borghetti.

Dunque, nelle prossime settimane, sposterà in Seminario la sua residenza. Prima però saranno necessari alcuni lavori di ristrutturazione. Un trasferimento che ha anche un forte valore simbolico. Dopo 25 anni di missione ora il vescovo toscano Borghetti ha assunto pieni poteri nella conduzione della Diocesi albenganese per volere di Papa Francesco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da a.m

    Ma che esilio, come ogni vescovo emerito deve lasciare il posto al Vescovo che succede.Lo stesso fece Mons. Piazza al suo arrivo.

  2. Scritto da a.m

    è la cosa + comune di quando lasci un incarico che chi arrivi prenda il suo posto,come il presidente Mattarella stia al qurinale al posto di Napolitano . E’ una cosa normale.