IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Seconda Categoria: quattro squadre staccano il resto del gruppo risultati

Solamente Valleggia e Borgio Verezzi sembrano riuscire a tenere il passo di San Bartolomeo e Cervo

Savona. La capolista San Bartolomeo, che avrebbe dovuto affrontare sul campo di casa il Sanremo 80, è stata fermata dal maltempo. Pertanto domenica 27 novembre sono stati giocati solamente quattro incontri del girone A.

Ne ha approfittato il Cervo, che ha agganciato la prima posizione a quota 15 punti vincendo la sua quinta partita. Ne ha fatto le spese il Priamar, sconfitto sul campo di casa per 2 a 1. I rossoblù sono passati in vantaggio per primi con Giangrasso; la formazione guidata da Alessandro Mottola ha pareggiato prima dell’intervallo con Gjerga e ha realizzato il gol della vittoria con Pippia nella ripresa. Sulla panchina dei savonesi ha debuttato Mirko Ottone, che ha preso il posto di Roberto Gambetta.

Quarto successo stagionale, secondo fuori casa, per il Valleggia. I purples si sono imposti in rimonta sul terreno del Riva Ligure per 2 a 1. Un calcio di rigore trasformato da Amoretti ha portato i padroni di casa in vantaggio per primi; una doppietta di Salinas ha trascinato la squadra allenata da Rino Ceraolo e Fabio Musso a conquistare l’intera posta in palio.

La classifica si è letteralmente spaccata in due, con ben 6 punti di divario tra la quarta posizione e il resto del gruppo. A completare il quartetto di vertice c’è il Borgio Verezzi, che ha avuto la meglio sulla Nolese per 1 a 0. Sul terreno di Pietra Ligure l’undici di mister Maurizio Carle ha segnato il gol partita con Cela intorno al quarto d’ora del primo tempo.

Primo pareggio per la San Filippo Neri, particolarmente rocambolesco. Sul campo della Virtus Sanremo i giallorossi sono andati sotto di 3 reti, realizzate da Miatto, Magisano e Franzone. Negli ultimi venti minuti gli albenganesi sono stati capaci di reagire e ristabilire la parità con le segnature di Santanelli, Caro e ancora Santanelli dal dischetto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.