IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, sciopero lavoratori Tim Spa: presidio davanti all’Unione Industriali foto

"La cosa che preoccupa più i dipendenti è l’assenza totale di un piano industriale chiaro e concreto che crei sviluppo, investimenti, e stabilità occupazionale"

Più informazioni su

Savona. Oggi i lavoratori Tim Spa (ex Telecom Italia), in occasione dello sciopero di 90 minuti proclamato da Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil e Snater Telecomunicazioni, hanno effettuato un presidio davanti all’Unione Industriale di Savona. Domani invece, alle 17, saranno davanti al Centro Tim di Corso Italia.

La protesta confluirà “in uno sciopero generale già dichiarato il 13 dicembre con una manifestazione regionale e con iniziative territoriali che coinvolgeranno le istituzioni locali e i gruppi politici”.

“Un presidio pacifico finalizzato ad informare i cittadini della situazione drammatica in cui versano i lavoratori Tim (ex Telecom Italia) e a protestare contro i tagli presenti nel piano di riduzione dei costi presentato dall’Amministratore delegato Flavio Cattaneo che ha di fatto disdettato l’accordo integrativo di TIM spa (ex Telecom Italia) che determina una pesante ricaduta sia sui salari dei dipendenti che una perdita di diritti fondamentali acquisiti negli anni. La cosa che preoccupa più i dipendenti è l’assenza totale di un piano industriale chiaro e concreto che crei sviluppo, investimenti, e stabilità occupazionale e che l’unico interesse ddi questo management è esclusivamente un taglio dei costi di 1 miliardo e 600 milioni di euro nel biennio, che ad obiettivo raggiunto consentirà all’amministratore delegato di incassare un superbonus di 55 milioni di euro” spiegano da Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil e Snater Telecomunicazioni.

“Inoltre il quadro potrebbe ulteriormente aggravarsi dalle future decisioni dell’Agcom e dell’ gcm chiamate a pronunciarsi in termini di concorrenza nei confronti degli altri operatori (altro segno della superficialità di questo management e dei precedenti). Non possono essere sempre i dipendenti di Tim con la loro professionalità, dignità e i loro sacrifici, ricordiamo che attualmente sono attivi contratti di solidarietà, banca ore, a rimetterci. Prima della privatizzzazione Telecom italia era il 5° gestore di telefonia nel mondo” concludono i sindacati.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.