IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Loano Solidale” coi terremotati: donati 17 mila euro per l’acquisto di un mezzo per il trasporto dei dializzati fotogallery

I fondi raccolti durante la manifestazione "Aggiungi un posto a tavola" sono stati inviati alla croce rossa di Visso, in provincia di Macerata

Loano. Saranno utilizzati per l’acquisto di un mezzo specifico per il trasporto dei dializzati i 17.450 euro raccolti grazie ad “Aggiungi un posto a tavola”, la giornata di gastronomia e solidarietà che si è tenuta domenica 30 ottobre sul lungomare di Loano in favore delle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto.

Successo da tutto esaurito per "Aggiungi un posto a tavola" sul lungomare

La manifestazione si è svolta nei pressi della Casetta dei Lavoratori del mare, all’ora di pranzo ed è proseguita per tutto il pomeriggio. In cucina oltre 50 volontari hanno cucinato 2 quintali di polenta, 2 quintali di salsiccia e 50 teglie di crostata. Altri 50 volontari hanno allestito l’area, montando gli stand, la cucina e gli oltre 100 tavoli. Grazie alla bella giornata sono stati serviti più di 1600 pasti.

L’incasso della manifestazione è stato preso in consegna dalla croce rossa di Loano, che ieri ha effettuato un bonifico a favore del comitato locale del Comune di Lisso, in provincia di Macerata. I fondi saranno utilizzati per l’acquisto di un pullmino in grado di trasportare pazienti dializzati e sarà utilizzato in tutto il comprensorio di Visso.

Il Comune di Visso – spiega l’assessore Remo Zaccaria – ci ha inviato una comunicazione in cui ringraziano Loano e i nostri concittadini per la grande sensibilità dimostrata con questa iniziativa. La croce rossa di Visso ci terrà aggiornati circa i tempi della consegna del veicolo. Sarebbe molto bello recarci tutti in provincia di Macerata per abbracciare i nostri amici colpiti dal terremoto”.

Personalmente – ha proseguito Zaccaria – mi sento di ringraziare tutti i membri del consiglio comunale, che in questa occasione si sono rimboccati le maniche e hanno lavorato duramente per la buona riuscita della nostra iniziativa”.

“Il comitato di Loano della croce rossa italiana – spiegano dalla Cri loanese – ha collaborato con il massimo impegno alla riuscita dell’evento del 30 ottobre per la raccolta fondi pro popolazioni terremotate, la Cri nazionale è impegnata con migliaia di volontari nelle aree terremotate sin dal giorno del primo evento. D’accordo con l’amministrazione comunale e le tante associazioni cittadine coinvolte abbiamo deciso di aiutare il comitato Cri di un piccolo comune che ha subito molti danni consci delle difficoltà che i volontari di Visso stanno affrontando per aiutare i propri concittadini nonostante essi stessi abbiano subito le conseguenze del sisma”.

“Loano ha risposto unita e solidale – dice il sindaco Luigi Pignocca alla richiesta d’aiuto delle popolazioni colpite dal terremoto. Ringrazio tutte le associazioni per l’impegno e il cuore che hanno messo in questa iniziativa e ringrazio i cittadini e i turisti per aver dimostrato una grande sensibilità e vicinanza a chi ancora in queste ore ha perso tutto. Un ringraziamento anche alle attività commerciali che hanno regalato le materie prime che sono servite a realizzare il menù solidale. Il successo di questa giornata è da attribuire soprattutto alle associazioni loanesi che ancora una volta hanno dimostrato di essere una forza vitale nella nostra comunità. I fondi raccolti saranno affidati alla Croce Rossa Italiana che è impegnata nelle zone ferite dal terremoto con mezzi e personale”.

“Più di trenta associazioni culturali e sportive – dice l’assessore Remo Zaccaria hanno collaborato per dar vita a questa iniziativa. Uniti per una finalità comune al di sopra delle differenze, tutti hanno dato un contributo. Le associazioni più esperte di sagre hanno organizzato la cucina, i sodalizi culturali hanno dato vita ad un programma d’intrattenimento vario e di qualità. Un ringraziamento va anche ai consiglieri di maggioranza e minoranza che hanno lavorato insieme per la buona riuscita della giornata, lasciando per un giorno da parte le differenze politiche. A questa prima edizione ne seguiranno altre, e ogni anno sceglieremo insieme il progetto da sostenere con l’aiuto di tutta la città”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.