IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Va in pensione il maresciallo Corradi in prima linea per l’emergenza Haven

Primo maresciallo della Capitaneria di Porto ha prestato servizio in diverse delicate operazioni come l'affondamento della petroliera cipriota

Alassio. Durante l’emergenza e il successivo affondamento della petroliera cipriota “Haven” ad Arenzano era in servizio su una motovedetta con la nave ancora fumante in mezzo al mare. Insieme ai suoi uomini rimase una notte intera a bordo di una motovedetta a pochi metri dal mercantile che provocò il più grande disastro ambientale nel mar Mediterraneo.

Ma era in servizio anche nelle operazioni di monitoraggio delle acque del porto di Genova durante la sosta della nave “Zanoobia” in qualità di comandante della motovedetta della CP 2039 e quindi anche durante il clamoroso sequestro della nave passeggeri Achille Lauro. All’età di 55 anni va in pensione un vero uomo di mare, l’alassino Francesco Corradi.

L’ultimo incarico, fino a qualche giorno fa, è stato quello di Capo Sezione Polizia Marittima della Capitaneria di Porto di Imperia con il grado di primo maresciallo luogotenente nocchiere di Porto. Tante le onorificenza che ha ricevuto durante la sua carriere. Corradi ha ricevuto la medaglia Mauriziana al merito di dieci lustri di carriera militare (50 anni); quindi la medaglia di bronzo per il lungo comando (10 anni), la medaglia di bronzo per lunga navigazione (10 anni), ma anche la
medaglia della NATO (Sharp Guard – Maritime Monitor – Maritime Guard) e la medaglia per l’“Operazione Albania”.

Il sottufficiale della guardia costiera ha ricevuto la Croce d’oro con stelletta di anzianità di servizio, quindi l’attestazione pubblica benemerenza Dipartimento Protezione Civile e il Distintivo tradizionale per il personale imbarcato sulle unità navali delle Capitanerie di Porto. Durante la sua carriera di militare ha prestato servizio ad Alassio, Imperia e Genova e tra le sue attività come non ricordare la partecipazione a numerose indagini di polizia giudiziaria legate a reati marittimi, ambiente e contro la pubblica amministrazione, quindi ad operazioni di soccorso e salvataggio di persone e unità navali in qualità di Comandante delle Motovedette CP 248, CP 882, CP 545, CP 1003, CP 2039 della Guardia
Costiera.

Francesco Corradi è stato anche rappresentante del Co.Ba.R, ovvero il Consiglio di Base della Rappresentanza Militare nel 1981. “Ora vado in pensione ma mi dedicherò al mare – dice con un po’ di emozione in gola dopo tanti anni di servizio presso la guardia costiera – Ho diversi progetti alcuni saranno espressamente dedicati ai giovani perché possano conoscere il mare e i suoi segreti e ovviamente mantenendo sempre vive le tradizioni dei nostri nonni e soprattutto della gente di mare di Alassio dove sono nato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da hood

    in pensione a 55 anni con 40 di servizio ma mi faccia il piacere !!
    (ditelo agli operai che 5 sono in regalo )

    1. Giò Barbera
      Scritto da Giò Barbera

      Se fai 12 anni al comando di una motovedetta gli anni di servizio aumentano…

    2. Scritto da carlabi

      Risponderei volentieri al sig:hood ….
      Chiedo solo, mi auguro che lei conosca Francesco!!!