IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le associazioni di IVG.it - Associazione Insieme

Informazione Pubblicitaria

Un insegnante si racconta

Più informazioni su

L’ esperienza del counseling nel mio percorso personale ha segnato il passaggio graduale da una mentalità rigida e giudicante ad una concreta disponibilità a mettermi in discussione e a riappropriarmi in modo significativo e costruttivo del mio ruolo professionale.

Ho scoperto che saper essere e saper fare sono due abilità gemelle indispensabili nella formazione continua di ciascun docente e che la persona con tutto il suo mondo interiore è un valore basilare che fa la differenza nella gestione quotidiana del proprio ruolo all’ interno della scuola e della società.

La crescente capacità di accogliere, ascoltare, osservare, riconoscere e gestire i miei vissuti emozionali ha potenziato le mie abilità relazionali e comunicative, dando ampio spazio al sentire profondo nella progettazione del mio lavoro. Il mio cambiamento personale ha comportato la trasformazione, l’ evoluzione e la risoluzione positiva di tante situazioni delicate o conflittuali , precedentemente affrontate in modo violento ed oppositivo, soprattutto nel rapporto con i genitori dei miei studenti.

In particolare, ho modificato il mio approccio agli alunni problematici, riconoscendo che in ogni situazione didattica lo studente è il protagonista attivo del proprio processo di apprendimento e di crescita e che il metodo analitico e separatore della razionalità, possa essere integrato nella scuola da una metodologia capace di privilegiare ciò che accade nella sfera intuitiva e creativa per riunificarle in un’unica dimensione umana.
Perciò, le parole chiave del mio approccio didattico oggi sono la trasversalità, intesa come scelta di percorsi formativi rispondenti ai bisogni educativi e agli stili cognitivi specifici di ciascuno studente; l’ empatia, intesa come capacità di interazione emozionale e di dialogo non verbale; l’ accoglienza, intesa come considerazione dello studente nella sua globalità, cioè di una persona inserita in un complesso di contesti relazionali, di cui la scuola rappresenta solo una parte dove si manifesta la sua personalità; lo sguardo positivo, inteso come accettazione dello studente quale soggetto in grado di riscattarsi da condizionamenti socio-ambientali e da limiti culturali, per realizzare tutte le potenzialità che possiede ed evolvere verso la

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.