IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Terrorista islamico arrestato a Finale, il ministro Alfano: “La prevenzione funziona” fotogallery video

Finale L. “Il nostro lavoro di prevenzione contro la minaccia terroristica, dunque, sta funzionando e continua a dare rilevanti risultati”. Lo afferma il ministro dell’Interno, Angelino Alfano.

“Con un’altra importante operazione, oggi, portata avanti dai Carabinieri del Ros – commenta Alfano – sono stati fermati due cittadini egiziani e uno algerino, accusati di associazione con finalita’ di terrorismo internazionale, mentre una quarta persona e’ ancora ricercata. Cosi’, e’ stata bloccata l’organizzazione di un gruppo egiziano, tra la Liguria e la Lombardia, che sul web diffondeva materiale jihadista e instradava combattenti dal nord Africa in territorio siriano e libico per conto di Daesh. E’ stato – prosegue il ministro – un lungo lavoro di indagini investigative, coordinate dalla Procura Distrettuale Antiterrorismo di Genova, che ha consentito di radiografare un’attivita’ di propaganda e proselitismo, che si svolgeva sulla rete non solo attraverso canali riservati, ma ricorrendo a pseudonimi e account fittizi, anche sui piu’ diffusi social media”.

Secondo Alfano, che si e’ congratulato con il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Tullio Del Sette, “quello di oggi e’ un successo investigativo di grande importanza, le nostre leggi antiterrorismo funzionano e la sicurezza dei cittadini, in questo particolare momento in cui nessuno Paese e’ a rischio zero, e’ una priorità di questo Governo”.

E tra i primi commenti politici agli arresti dei tre terroristi, tra cui il pizzaiolo di Finale Ligure, quello del coordinatore regionale dei Giovani della Lega Nord Fabio Bozzo: “Ci risiamo, un altro terrorista islamico è stato arrestato in Liguria, a Finale Ligure. Mi chiedo, come cittadino prima che come Coordinatore giovanile di un partito politico, se il Governo Renzi ed in particolare il Ministro Alfano si rendano conto della pericolosità della situazione. Non passa giorno senza che centinaia di nuovi immigrati islamici entrino nel nostro Paese, con controlli sui loro eventuali precedenti inesistenti così come quelli igienico-sanitari ed è ormai assodato che entro quelle masse di persone si nascondono cellule di terroristi”.

“Evidentemente però ai signori del PD e soci interessa di più ingrassare il business dell’accoglienza, che sta fruttando miliardi di euro a tutta una macchina clientelare parallela alla sinistra italiana”.

“In breve chi ci Governa non solo sta svendendo la storia e la civiltà del nostro Paese in nome di un’ideologia nichilista e terzomondista che propugna la sostituzione etnica degli europei, ma tutto questo lo sta anche facendo in barba alla nostra sicurezza fisica. Cosa aspetta la sinistra di Governo per rendersi conto della realtà? Che le nostre città vengano ridotte come le banlieaus francesi? O che qualcuna delle loro “risorse” compia una strage come a Londra, Madrid, Parigi e via dicendo?”.

“Siamo vicini al punto di non ritorno, se non inizieranno subito blocco delle entrate ed espulsioni di massa a breve gli europei saranno costretti a fuggire dalla propria terra in modo simile agli istriano-dalmati di 50 anni fa. Del resto anche allora la sinistra italiana si schierò dalla parte degli assassini contro gli assassinati…” conclude Bozzo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.