IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Stop alla pesca del pescespada fino al 30 novembre, Enpa: “Meglio di niente”

Lo stock del pesce spada del Mediterraneo ha subito un declino di circa due terzi a partire dagli anni '80

Liguria. Su disposizione dell’Unione Europea e del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, fino al 30 novembre è in vigore il divieto di pesca del pescespada, con sanzioni fino a 12.000 euro per i trasgressori.

La Protezione Animali savonese, nell’esprimere cauta soddisfazione, ricorda che lo stock del pesce spada del Mediterraneo ha subito un declino di circa due terzi a partire dagli anni ’80 e da anni vengono riportate catture sempre più basse, chiaro segno di sofferenza della specie: “Inoltre oltre il 70% delle catture dichiarate sono giovanili – ovvero individui che non hanno mai avuto l’opportunità di riprodursi, pregiudicando ulteriormente il recupero di questa specie perseguitata” aggiungono dall’associazione animalista.

“Il pesce spada del Mediterraneo gioca un importante ruolo socio-economico in molte comunità costiere del Mediterraneo e l’Italia è il principale paese che ne pratica la pesca. La UE ed il MIPAF, per molti anni pienamente consapevoli della situazione avevano sempre rifiutato di prendere misure restrittive fino al 2015; finalmente, sia pure con colpevole ritardo, hanno decretato il fermo pesca a marzo, ottobre e novembre, anche se, secondo Enpa Savona, la miserabile situazione di questo fantastico animale richiederebbe invece una moratoria per diversi anni” dicono dall’Enpa.

“L’appello dei volontari della Protezione Animali ai consumatori è quello di rinunziare a cibarsi della carne di pescespada; ricordando una struggente canzone di Domenico Modugno, si chiedono con quale coraggio si può mangiare un essere vivente dotato di sentimenti tali – le ricerche scientifiche lo confermano – da affrontare la morte pur di non separarsi dalla compagna catturata” concludono dall’Enpa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.