IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, Coldiretti lancia la “caciotta solidale” che salva le mucche colpite dal terremoto

Più informazioni su

Savona. Anche Coldiretti Savona si è mobilitata in favore dei terremotati del centro Italia attraverso diverse iniziative volte a dare un sostegno tangibile agli allevatori e coltivatori duramente colpiti dal sisma di fine agosto. Venerdì 7 ottobre, in particolare, si è dedicata la giornata, alla vendita della “caciotta solidale salva mucche”, come già in tutta Italia attraverso i mercati di Campagna Amica o altri eventi dedicati.

L’occasione a Savona è stata colta con la giornata inaugurale della seconda edizione di “Savonaturalmente” sulla Fortezza del Priamar.
Dichiara il Presidente di Coldiretti Savona e Coldiretti Liguria Gerolamo Calleri: “Coldiretti Savona partner principale della manifestazione dedicata a tutti gli aspetti del benessere ed in modo particolare a quello derivante da una corretta informazione sull’agroalimentare partecipa con un attivo ed apprezzatissimo mercato di Campagna Amica che già nell’edizione inaugurale del 2015 ed ancor più in quella di quest’anno ha riscosso notevole successo. La grande affluenza di pubblico, stimato in circa 15.000 unità nel 2015, ci ha ulteriormente spinto a proporre la vendita della “caciotta solidale” ed abbiamo potuto verificare come il pubblico presente abbia apprezzato in maniera tangibile questa iniziativa di solidarietà,che già tanto ha sensibilizzato in ogni sua forma la nostra popolazione”.

“Ogni giorno – spiega Calleri – si verifica una mobilitazione straordinaria per garantire la mungitura e l’alimentazione delle mucche sopravvissute, raccogliere il latte su strade dissestate o chiuse, organizzare la trasformazione ed iniziare a ripristinare ricoveri decorosi per il bestiame”.

“La ‘caciotta della solidarietà’ è in vendita presso tutti mercati e le Botteghe di Campagna Amica della provincia di Savona ed è’ prodotta – sottolinea il Direttore di Coldiretti Savona Simone Moroni – con il latte di Amatrice, Norcia e Leonessa e viene venduta al prezzo di 10 euro. Si tratta – ha confermato Moroni – di una iniziativa con un impatto economico diretto sul territorio, che vede coinvolta tutta la struttura su tutto il territorio”.

Conclude ancora il Presidente Calleri: “L’obiettivo è stato raggiunto attraverso l’impegno per garantire la funzionalità delle stalle dove servono mangimi, acqua, energia, attrezzature per la mungitura e ricoveri sicuri per le mucche sopravvissute ma anche il superamento del grave problema della conservazione e della raccolta del latte con frane e smottamenti sulle strade rurali distrutte o interrotte. Far vivere le stalle significa far ripartire l’economia e l’occupazione e contrastare l’abbandono in un territorio senza alternative all’agricoltura”.

Anche la Bottega Italiana di Savona in via Mistrangelo, con le titolari Anna e Lara ha iniziato da qualche giorno la vendita delle caciotte solidali e come confermato dalle stesse Anna e Lara “l’iniziativa sta riscuotendo il favore dei clienti già di per se decisamente fidelizzati dalla proposta di prodotti di alta qualità provenienti dal circuito di Campagna Amica dopo neppure un anno dalla inaugurazione della Bottega in pieno centro della città”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.