IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, Battaglia contro la maggioranza: “Votano ‘no’ alle mozioni senza nemmeno leggerle”

Il consiglio ha respinto una mozione del Pd sul risparmio energetico e una del M5S sull'inserimento dell'area Asl2 nel Registro Tumori

Savona. “La maggioranza vota contro le mozioni per partito preso, senza nemmeno leggerle”. Parole e musica di Cristina Battaglia, capogruppo del Pd che il giorno dopo il consiglio comunale a Savona torna ad attaccare l’amministrazione.

Tra le mozioni al voto, infatti, ce n’era una sulle misure di risparmio energetico presentata proprio dal Pd: ha ricevuto il “sì” di tutte le minoranze, ma il “no” secco dei partiti di governo. Stesso destino un’altra mozione, questa volta del MoVimento 5 Stelle, che chiedeva al sindaco un interessamento per inserire l’area ASL2 nel Registro Tumori della Regione Liguria.

Scelte ritenute da Battaglia non solo miopi, ma anche illogiche. “Ieri in Consiglio Comunale ci siamo sentiti raccontare per le prime tre ore quali e quante fossero le difficoltà e le rigidità di bilancio del Comune di Savona – spiega – tali da rendere obbligatorie manovre come l’aumento del costo delle mense scolastiche, l’eliminazione di esenzioni per i redditi bassi (15 mila euro all’anno) già dal 2016, eccetera. Abbiamo addirittura sentito un consigliere comunale intervenire dicendo che il Comune di Savona è ‘sostanzialmente commissariato dalla Corte dei Conti’ (affermazione che l’Assessore Montaldo si è affrettato a smentire) e che è la Corte dei Conti che richiede di tagliare nel sociale”.

“Poco dopo abbiamo presentato una mozione sulle misure di risparmio energetico – prosegue Battaglia – chiedevamo semplicemente alla Giunta di presentare un piano di azioni entro fine anno per il risparmio e l’efficienza energetica degli edifici comunali che, abbiamo stimato possa far risparmiare cifre intorno ai 400/500 mila euro all’anno oltre che migliorare sensibilmente la qualità dell’aria in città. Abbiamo indicato nella mozione strumenti, modalità di finanziamento, ipotesi di interventi, ecc. Insomma una mozione non strumentale, non demagogica, ma pratica e costruttiva. Mai ci saremmo aspettati che la maggioranza (tutta compatta) votasse contro”.

E qui arriva la stoccata: “Mi viene un dubbio – tuona Battaglia – l’avranno letta? Se qualcuno di loro è in grado di spiegarmi perché ha votato ‘no’ ad una mozione che proponeva di risparmiare sui costi energetici del Comune e di migliorare l’aria che respiriamo gliene sarei grata… Ringrazio i colleghi dell’opposizione che invece hanno votato a favore intervenendo con commenti costruttivi e propositivi (loro la mozione l’avevano letta e con attenzione)”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.