IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, al Chiabrera la serata d’onore di “Voci nell’Ombra” con i migliori doppiatori italiani foto

Il Festival è la più longeva e importante manifestazione a livello europeo dedicata al mondo del doppiaggio

Savona. Si terrà questa sera a partire dalle 21 al Teatro Chiabrera la serata d’onore della 17^ edizione de “Il Festival Nazionale del Doppiaggio Voci nell’Ombra”, prodotta da Risorse – Progetti & Valorizzazione sotto la direzione di Tiziana Voarino e del professor Felice Rossello, in programma a Savona fino a domani.

vincitori voci nell'ombra 2015

Il Festival è la più longeva e importante manifestazione a livello europeo dedicata al mondo del doppiaggio, nella consapevolezza che il doppiaggio italiano è sicuramente, a livello di professionalità, il migliore in assoluto.

Savona non è propriamente un centro del doppiaggio italiano, ma quando c’è da celebrarne la qualità a livello internazionale, il mondo del doppiaggio si sposta qui: “Questo accade a Savona da due anni – spiega Tiziana Voarino, direttore di Voci nell’Ombra – ma è già successo per dieci anni in altre località della nostra provincia e poi a Sanremo, Imperia e Genova. Il Festival è una delle manifestazioni portanti della nostra regione. Anzi, va a completare quello che potrebbe essere un brand per la Liguria, cioè quello di ‘Regione della Voce0, con il Festival di Sanremo, il Premio Tenco e la tradizione dei cantautori genovesi e questo festival”.

Il Festival, non per nulla, si pone l’obiettivo di promuovere e valorizzare l’arte, il patrimonio, del doppiaggio italiano, in cui siamo “maestri” e contribuisce attivamente alla visione della Liguria come la Regione della Voce insieme a il Festival di Sanremo, il Premio Tenco e alla tradizione dei cantautori genovesi”e che con questa edizione recupera il patrocinio del ministero per i beni e le attività culturali.

Da qualche tempo l’organizzazione del Festival promuove, nell’ambito della manifestazione, corsi e stage di doppiaggio: “I nostri sono corsi di riqualificazione professionale per attori e doppiatori organizzati in collaborazione con la Comunità Europea, la Regione, Aspel e Spes. Sono corsi che cercano di risolvere il problema dell’occupazione, che è un problema anche tra gli attori. Cerchiamo di fare questi corsi proprio perché c’è questa manifestazione, per dare un aspetto per 365 giorni l’anno vicino al mondo del doppiaggio e del settore. Il Festival è comunque un punto di incontro e confronto in cui si cercano soluzioni alle crisi che colpiscono non solo certi settori del mondo del lavoro ma anche quello della trasposizione multimediale, che è costituito dalla traduzione, dall’adattamento, dal doppiaggio e della post produzione coi tecnici del suono, del mix e quant’altro”.

Alle 21 inizierà l’imperdibile gran galà al Teatro Chiabrera di Savona: 46 nomination per quindici Anelli d’Oro, selezionati dalla prestigiosa e rinnovata giuria, che saranno consegnati alla miglior voce maschile, femminile, non protagonista e al miglior doppiaggio generale, sia per il cinema, sia per la televisione. Anelli d’oro anche per il doppiaggio dei videogiochi, prodotti di animazione, speakeraggio negli spot pubblicitari, interpretazione degli audiolibri, doppiaggio di programmi d’informazione e per l’adattamento e i dialoghi italiani dei prodotti trasposti sia del cinema sia della televisione.

Tra i premiati ci sarà Rodolfo Bianchi, direttore di doppiaggio di opere cinematografiche significative e voce italiana di Gérard Depardieu, Jeff Bridges, Harvey Keitel e Michael Douglas, che riceverà la Targa Claudio G. Fava: “Ricevo questo premio in giovane età – commenta Bianchi – Non sono ‘vecchio’, ma ho fatto talmente tante cose che mi hanno riconosciuto questo premio e ne sono veramente felice. L’intitolazione della targa a Claudio G. Fava è una garanzia”.

In occasione del Festival, Bianchi ha potuto visitare di nuovo Savona: “Ci sono stato già lo scorso anno, quando ho ricevuto altri riconoscimenti sempre nell’ambito del Festival. Per me è una città straordinaria, bellissima, sono anche tornato a mangiare in un ristorante che mi era piaciuto molto. Conto di fermarmi nuovamente in altre occasioni. Mi sono trovato benissimo, la gente è molto gentile e simpatica”.

Ad essere premiato sarà anche Francesco Vairano, che ha adattato e diretto la saga “Il Signore degli Anelli” e interpretato con la sua voce il leggendario Gollum e riceverà la “Targa alla Carriera di Adattatore e dialoghista”. Come accade per tanti suoi colleghi, Vairano è famoso pur senza essere un personaggio con grande visibilità pubblica: “Questo va benissimo e mi diverte molto – dice lui – Posso camminare per strada senza essere riconosciuto, mangiarmi un panino in tranquillità o infilarmi le dita nel naso. Continuo a dire che somiglio a Gollum di visto, lui ha tre capelli ma più lunghi dei miei”.

Questa sera riceverà un premio alla carriera: “Arriva giusto in tempo: ho deciso, infatti, che quest’anno smetterò di fare questo mestiere. Forse farò qualcosa di sporadico di tanto in tanto, ma non lavorerò più in modo così massiccio”.

Una grande perdita per il mondo del doppiaggio e della recitazione ma anche per il settore dell’adattamento dei dialoghi: il lavoro fatto da Vairano sulla saga de “Il Signore degli Anelli” è esemplare. “Quando abbiamo doppiato i tre film – racconta – non avrei mai immaginato che sarebbe successo quello che è successo. Speravo di aver fatto un buon lavoro e che i film andassero bene, ma mai avrei pensato che oggi dopo dieci anni saremmo stati ancora qui a parlarne”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.