IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanità, la Regione valuta esenzione ticket per violenze domestiche

Liguria. Gli uffici della Regione Liguria stanno valutando l’ipotesi di introdurre un pacchetto ambulatoriale post primo accesso al pronto soccorso esente dal ticket nei casi di violenza domestica contro adulti e minori per i 12 mesi successivi all’evento. In particolare per i numerosi casi di violenza sessuale domestica che vedono vittima le donne. Lo annuncia l’assessore alla Sanità’ Sonia Viale stamani in consiglio regionale in risposta di un’interrogazione del consigliere Fabio Tosi (M5S).

“Il pacchetto potrebbe comprendere le visite ginecologiche, psicologiche, infettivologiche, psichiatriche, pediatriche e altre – spiega -, tutte le visite collegate alle lesioni subite, per accompagnare il percorso della donna e di chi ha subito la violenza di genere nell’anno successivo all’evento”.

E’ in corso l’analisi degli uffici sull’impatto economico della misura. “Sarebbe bello licenziare il progetto dal punto di vista amministrativo in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne in programma il prossimo 25 novembre”.

Fabio Tosi (Movimento 5 Stelle) ha presentato un’interrogazione, sottoscritta anche dagli altri componenti del gruppo, nella quale ha ricordato che il 25 febbraio scorso, durante la seduta del Consiglio regionale, è stata approvata all’unanimità la mozione riguardante l’esenzione del ticket per prestazioni sanitarie per le attività legate alla violenza di genere. In tale le mozione – si legge nel documento – si impegnava il Presidente e la Giunta regionale, previa valutazione dell’impatto economico da effettuarsi entro sei mesi dall’approvazione, a garantire l’esenzione del ticket sanitario per tutte le azioni successive ad atti di violenza sessuale e domestica, come richiesto dalle vittime e a loro tutela totale.

Il consigliere ha rimarcato che i sei mesi dall’impegno assunto dall’assessore alla sanità sono già trascorsi e ha chiesto alla giunta quali siano stati i risvolti concreti e le decisioni assunte in merito.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.