IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rimpasto di giunta ad Albenga, Boscaglia a Guarnieri: “Ricorda i tuoi tradimenti”

"Se oggi ho accettato la delega alla municipale è per riparare ai danni provocati dalla tua amministrazione all'intera città"

Albenga. Non si è fatta attendere la replica della lista civica “Voce alla Gente Più” all’attacco del consigliere di minoranza della Lega Nord Rosy Guarnieri circa la redistribuzione delle deleghe della maggioranza effettuata ieri dal sindaco Giorgio Cangiano.

Dice il consigliere Manlio Boscaglia: “Rosy Guarnieri si nasconde dietro al partito della Lega Nord e pur essendo inutile risponderle riteniamo importante portare a conoscenza dei cittadini (che l’hanno già relegata al ruolo che le compete e cioè la minoranza con un solo consigliere) alcuni fatti”.

“A lei che parla di vendette ed antichi rancori mai assopiti – prosegue Boscaglia – vorremmo ricordare che durante la sua amministrazione l’allora sottoscritto assessore ha sempre rifiutato la delega alla polizia municipale e non il contrario. All’ex sindaco vorremmo rammentare anche che durante il suo mandato ha costretto alle dimissioni quasi tutti gli eletti dell’allora Pdl: Roberto Schneck, Ubaldo Pastorino, Diego Distilo, Manlio Boscaglia e Mauro Vannucci, che sono stati tra i più votati dalla gente”.

“Quando la sua cricca voleva anche la testa di Ciangherotti, lei rispose che lui aveva il cognato in consiglio e che sarebbe stato lui a mandare a casa loro, tutte decisioni prese nella sede istituzionale dell’ex Bar Cristallo, come allora le fu ampiamente dimostrato. Alla faccia di rancori e vendette, guarda caso le persone ‘fidate’ che lei aveva voluto al suo fianco l’hanno mandata a casa in breve tempo”.

Boscaglia prosegue rivolgendosi direttamente all’esponente della Lega Nord ed ex primo cittadino: “Cara Rosy, ti vorrei ricordare che tu hai tradito il sottoscritto per ben due volte, anche se mi dicevi di stare tranquillo in quanto ex compagno di scuola, di lavoro ed io non mi vergogno di essere stato vice segretario della Democrazia Cristiana, ma rammenta ai tuoi elettori che tu eri in direzione della Dc assieme a me. Se oggi ho accettato tale delega è per riparare ai danni provocati dalla tua amministrazione non solo al comando polizia municipale ma all’intera città. Con l’amministrazione Viveri avevo creato il vigile di zona sia nel capoluogo che nelle frazioni di Leca e Bastia: chiedi ai tuoi elettori, a quei pochi rimasti, da quanto tempo non vedono più un agente. E’ mia intenzione con l’aiuto di tutti gli appartenenti al comando di ritornare nelle strade vicini alla gente, questa è la mia vendetta”.

Per quanto concerne l’immobilismo denunciato, Boscaglia chiede a Guarnieri di spiegare “ai tuoi elettori perché non hai portato a termine l’approvazione del Puc, il depuratore; della trasformazione a led dell’illuminazione del lungofiume, del lungomare Andrea Doria e Cristoforo Colombo, di via Papa Giovanni XXIII, di piazza XX Settembre, di via Liguria, di via Mazzini, del piazzale senza nome tra via Papa Giovanni XXIII e Delminio, di via Genova, di viale Martiri della Libertà; le potature degli alberi di via Piave, viale Leonardo Da Vinci, viale Martiri della Libertà, viale Italia, via Pagliari, via Dei Mille, Piazza Dannunzio, via Del Roggetto, via Val d’Aosta, viale Pontelungo, via Patrioti; le asfaltature nelle frazioni in via al Piemonte, della rotonda di via Al Piemonte, di via Seconda Costa Reale (Salea), della rampa di accesso al borgo di Lusignano, del guard rail in via Alla Costa (San Fedele), della via per Cisano (Campochiesa), di strada San Giorgio di Rissaire, strada di Prae zona levante, di strada dei Pertusi al confine di Arnasco, di strada Massari e Scarsi Gimentano (Bastia) e di strada Costa di Leca”.

“Infine, circa la supposta improvvisazione della attuale amministrazione, lasciamo a lei questi giudizi da lavandaia, con tutto il rispetto per le lavandaie. Noi siamo confortati dalla certezza di essere sani e nel giusto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.