IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, sì al pasto domestico consumato a scuola

La corte d’appello di Torino ha riconosciuto ai genitori il diritto di scegliere tra refezione scolastica e il pasto domestico da consumare a scuola

Regione. Nel corso del consiglio regionale di oggi, il consigliere del Movimento 5 Stelle Andrea Melis ha presentato un’interrogazione, sottoscritta anche dagli altri componenti del gruppo, in cui ha chiesto alla giunta di garantire il rispetto delle linee di indirizzo regionali per la ristorazione scolastica e delle linee di indirizzo regionale per le intolleranze e le allergie alimentari.

Il consigliere ha ricordato una recente sentenza della corte d’appello di Torino, che ha riconosciuto ai genitori degli alunni il diritto di scegliere per i propri figli tra refezione scolastica e il pasto domestico da consumare a scuola e nell’orario destinato alla refezione, “imponendo agli istituti scolastici di adottare idonee misure organizzative in relazione alla specifica situazione logistica”.

Il consigliere ha chiesto inoltre alla giunta “quale indirizzo politico assumerà rispetto alla scelta tra pasto domestico e refezione scolastica per salvaguardare il tempo mensa quale segmento del processo formativo e momento collettivo di insegnamento ed educazione alimentare”.

L’assessore alla sanità Sonia Viale ha confermato che la notizia della sentenza della corte costituzionale ha molto colpito la cittadinanza e che al settore competente sono arrivate numerose note di chiarimento, anche da parte di Comuni liguri. Per questa ragione è stato convocato un incontro che si è svolto lo scorso 13 ottobre (al quale hanno preso parte, tra gli altri, Asl, Comune di Genova, Irccs San Martino e ufficio regionale scolastico).

“Si è quindi concordato – ha ricordato l’assessore – di elaborare a breve una bozza di documento, che sarà inviato al settore ristorazione e alle direzioni scolastiche e prenderà in esame le diverse complessità, anche di natura tecnica, evidenziate nell’incontro del 13 ottobre”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.