IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Referendum, Toti: “Se vince il no il destino del Governo è segnato” fotogallery

il fronte del no è avanti nei sondaggi: "Per forza, questa è una riforma scritta male e con propositi peggiori”

Savona. “Per forza il no è avanti: questa è una riforma scritta male e con propositi peggiori”. Così il governatore della Regione Liguria, Giovanni Toti, commenta le proiezioni secondo le quali il fronte del no al referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre sarebbe avanti rispetto a quello del sì sostenuto in particolar modo dal Pd.

Toti a Savona per no al referendum costituzionale

Oggi il governatore e il resto della sua squadra amministrative erano a Savona per una tappa del tour degli esponenti del centro-destra ligure a sostegno del no: “Con la riforma della province prima e la riforma costituzionale poi Renzi è intende non eliminare i politici, ma la possibilità per gli italiani di scegliere i loro politici – spiega Toti – Purtroppo la realtà non si adegua al pensiero di Renzi. E’ come se si volessero abolire gli ombrelli sperando che non piova più. La verità è che abolendo gli ombrelli si bagnano i cittadini, non si fa smettere di piovere”.

Eppure il fronte opposto, quello del sì, prova a mostrarsi forte e compatto, così come avvenuto ieri in occasione della grande manifestazione di Roma organizzata del Pd: “Quella di ieri è stata una manifestazione di propaganda politica del Pd e del suo presidente del consiglio, che ne è anche il segretario. Intorno alle riforme Renzi sta giocando una parte importante (e noi riteniamo molto sbagliata) delle politiche di questo paese”.

Per Toti, la vittoria del no rappresenterebbe un segnale chiaro del destino dell’esecutivo di Renzi: “Anche la manifestazione di ieri è un’ulteriore conferma di ciò che diciamo: se dovesse vincere il no un governo non scelto dai cittadini che è l’espressione di un partito che ha fatto delle riforme un tema centrale della sua politica non potrebbe fare altro che trarne le conseguenze”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.