IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovo Psi: “Onore a Sandro Pertini, nulla a che fare coi populisti da operetta di oggi”

Il segretario regionale Giuseppe Vittorio Piccini replica al consigliere Angelo Vaccarezza

Liguria. “A margine della meritevole azione, da parte del Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e del suo Assessore alla cultura Ilaria Cavo, di riproporre ai Liguri e al Paese la figura di Sandro Pertini, abbiamo assistito a prese di posizione oggettivamente offensive non solo nei confronti della sua memoria ma spregiative della massima carica della Repubblica Italiana”. Lo sostiene Giuseppe Vittorio Piccini, segretario regionale della Liguria del Nuovo Psi.

“C’è un libro del 1981, non credo ristampato, di Raffaello Uboldi: ‘Il cittadino Sandro Pertini’ – prosegue Piccini – che ripercorre la sua vita, soffermandosi anche sul periodo che gli amici del consigliere Vaccarezza chiamano ‘guerra civile’. Il libro ricorda Pertini impegnato a organizzare i Partigiani Socialisti a Roma, la sua cattura e detenzione da condannato a morte, la sua salita al Nord a Milano a dirigere il CLN Alta Italia sino alla Liberazione, il suo coinvolgimento in azioni militari, la penosa fine della madre nella casa di Stella occupata dai nazisti, l’atroce morte del fratello, partigiano Socialista a Genova, nel lager di Flossenburg”.

“Ma Pertini – insiste il segretario del Nuovo Psi – è anche l’uomo che interviene in prima persona a Milano a fermare lo scempio del cadavere di Mussolini e a Savona a salvare la vita al delatore che lo aveva consegnato alla polizia fascista facendogli scontare 14 anni tra carcere e confino. Pertini è un Socialista e un uomo d’azione. Nulla che fare con i Populisti da operetta che oggi si permettono di oltraggiare il suo nome”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.