IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pedaladonando, Sergio e Monica sono arrivati in cima all’Etna

La prima giornata trascorsa anche con tante emozioni e nuovi incontri

Albenga. Hanno iniziato a fare sul serio Sergio Gallizia e Monica Colombo con un tour in bici in giro per la Sicilia per aiutare e sostenere un’iniziativa benefica in India di “Find the Cure”. I due albenganesi oggi hanno raggiunto le cime dell’Etna. “Chi pedala sa cosa vuol dire affrontare una salita di 19 km, con pendenze rispettabili, con degli odiosissimi drittoni (rettilinei), che ti obbligano a tenere giù la testa, ben fissa sull’asfalto. Ma quando giungi ai suoi 1912 mt del Rifugio Sapienza senti quel groppo in gola che mandi giù – racconta Monica all’inizio di questa avventura con Sergio – Anche questa volta la tua testa ha vinto, ha vinto sulla fatica, ha vinto sul pensiero che ti diceva “ma chi te lo fa fare?! Di pedalare fino a lassù con una bicicletta che con armi e bagagli supera sicuramente i 18 kg. Quando sei in cima, sei felice, felice della tua stramba maniera di passare le ferie. La salita versante Sud dell’Etna, mi ha fatto pensare al Ventoux, mentre ti avvicini ti intimorisce sempre di più, gli ultimi km di entrambi hanno un paesaggio come dicono tutti “lunare” , ma soprattutto battuti dal vento, che ti taglia la faccia. Merita decisamente di essere pedalata, il panorama su Catania da lassù è mozzafiato. E così la Cima Coppi di Pedala-donando è conquistata”.

monica colombo

Una giornata trascorsa anche con tante emozioni e nuovi incontri. Alle 8,30 i due ciclisti sono stati accolti nella sede dell’Avis di Catania. “Abbiamo conosciuto il suo presidente Carlo Sciacchitano, con grande generosità ci hanno ospitato e questa mattina visitiamo il loro Centro di Raccolta. Veniamo a conoscenza che è la seconda Avis come quantità di sacche in Sicilia. Raccontiamo un po’ di noi, della nostra pedalata e del nuovo Progetto di Find The cure “io sono l’altro”. Sono entusiasti della nostra iniziativa, e grati che il nostro cammino sia partito proprio dalla loro città: Catania, gran bella città e gente cordiale e disponibile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.