IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Passeggiata “Ciccione” ad Alassio, Nattero: “No a critiche strumentali” foto

Alassio. “La capitale dell’Italia è Milano, la capitale della Francia è Parigi, dell’Olanda Amsterdam, dell’Inghilterra Londra, la capitale del Belgio è Bruxelles. So cosa state pensando. La prima è sbagliata. Qualcuno ha pensato però che le altre quattro sono giuste? Quando in un quadro perfetto si evidenzia l’unica pennellata incerta, la critica è solo strumentale. Passeggiata Ciccione è tutt’altro che perfetta. Lo sappiamo tutti. Ma fotografare solo il brullo e l’incolto, non è costruttivo, è solo strumentale e proditorio. Non è vero che quello è l’unico biglietto di ingresso per chi entra ad Alassio da ponente”. Così Patrizia Nattero, Presidente del Consiglio Comunale di Alassio e Consigliere Comunale con incarico ad Arredo Urbano e Verde Pubblico parla della situazione della passeggiata Ciccione.

“Sotto la pineta è ormai da molti anni che la situazione è la medesima, da ben prima che si insediasse questa Amministrazione. Lo stato vetusto delle strutture non permette il funzionamento dell’impianto di irrigazione, altrimenti l’acqua si infiltra nelle sottostanti strutture balneari creando danni e disagi. D’altro canto i concessionari ora, conseguentemente all’incertezza europea sul destino delle concessioni demaniali, non hanno alcun interesse a partecipare alle spese di ristrutturazione, come invece accaduto nelle altre aree della stessa passeggiata dove anni addietro i lavori di ripristino furono eseguiti”.

passeggiata ciccione

“Nonostante tutte queste difficoltà però, la passeggiata Ciccione è anche altro. È anche quello che nel precedente articolo è stato volutamente nascosto e che adesso proviamo a fotografare noi. I piccoli oleandri che, crescendo accuditi, regalano le prime fioriture. Le aiuole piantumate con i fiori del nostro vivaio. Le aree fiorite, curate e ordinate del rettilineo verso Laigueglia”.

“Anche questo è l’ingresso di Alassio. Certo, rimane l’ultima foto. La pineta brulla. Niente fiori ma solo aghi di pino. Perché le pinete sono così per natura. Anche quella dell’ultima foto, il biglietto da visita dell’ingresso da ponente di Fontvieille, Montecarlo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.