IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ortopedia dell’ospedale di Albenga, seduta pubblica in Regione: l’apertura delle buste fotogallery segui la diretta

Albenga. Dopo tanta attesa e tante polemiche (sindaci e sindacati infuriati per il ritardo nella procedura di appalto) sono state aperte le buste del nuovo bando della Regione Liguria per l’ortopedia privata di Albenga. Tante le domande e le richieste pervenute, sei le buste aperte per altrettanti possibili soggetti della sanità privata interessati al reparto albenganese. Ogni busta contiene una offerta amministrativa, una offerta economica e una offerta tecnica, secondo quanto stabilito dal nuovo codice degli appalti.

L’apertura delle buste, arrivate tutte entro i termini stabiliti, è avvenuta nella sede della Regione Liguria nel corso della prima seduta pubblica legata alla procedura per l’affidamento della gestione in concessione dei reparti di Ortopedia e Traumatologia del nosocomio ingauno. Alla seduta pubblica sono presenti anche gli ex lavoratori Gsl, che attendono con ansia di conoscere il loro futuro con l’insediamento del nuovo operatore.

Da notare che entro la data del 15 settembre erano pervenute solo due offerte, le altre quattro sono arrivate dopo la proroga decisa alla Regione che aveva spostato di una settimana il termine per la presentazione delle domande (22 settembre).

Tuttavia quella di oggi non è la sola giornata decisiva per il futuro dell’ospedale di Albenga: domani, giovedì 13 ottobre, il Tar della Regione Liguria esaminerà il ricorso del Gruppo Sanitario Ligure contro la delibera che aveva terminato anzitempo il contratto tra la Asl 2 e Gsl.

Per il bando della Regione Liguria, salvo sorprese dal Tar, l’iter dovrebbe assegnare ufficialmente l’appalto entro il mese di ottobre, o al massimo ai primi di novembre. Il bando prevede la gestione per 24 mesi dell’ortopedia e traumatologia privata, prorogabili solo di altri sei mesi: il valore economico in termini di prestazioni convenzionate con l’Asl 2 è stato fissato a 27,5 milioni di euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.