IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ortopedia di Albenga, ecco le aziende in lizza dopo l’apertura delle buste fotogallery

Sono sei i soggetti privati che si sono candidati per la successione a Gsl

Genova. Gsd Gestione Ospedaliere di Milano, Col srl (ex Gsl con Cooperarci), Cliniche Gavazzeni spa di Bergamo, Policlinico di Monza, Iclas srl di Rapallo e Lhss srl. Sono queste le aziende in lizza per subentrare alla Gsl nella gestione del reparto di ortopedia privata dell’ospedale Santa Maria di Misericordia di Albenga.

Oggi la commissione incaricata ha aperto le buste contenti le offerte e le domande di partecipazione al nuovo bando indetto dalla Regione. Ogni busta conteneva la documentazione amministrativa, una offerta economica e una offerta tecnica, secondo quanto stabilito dal nuovo codice degli appalti.

Alla fine, dopo l’esame della commissione che ha valutato le offerte presentate, sono sei i soggetti della sanità privata che sono stati ammessi al bando di gara. Alla data del 15 settembre (giorno di chiusura del bando) erano pervenute solo due offerte, le altre quattro sono arrivate dopo la proroga decisa alla Regione che aveva spostato di una settimana (22 settembre) il termine per la presentazione delle domande.

Ora i membri della commissione passeranno ad analizzare le offerte economiche e le offerte tecniche e quindi decreteranno l’azienda vincitrice dell’appalto. L’iter dovrebbe assegnare ufficialmente l’appalto entro il mese di ottobre, o al massimo ai primi di novembre. Per sapere chi sarà a gestire il nuovo reparto di ortopedia dell’ospedale di Albenga occorrerà attendere ancora qualche tempo.

Il bando prevede la gestione per 24 mesi dell’ortopedia e traumatologia privata, prorogabili solo di altri sei mesi: il valore economico in termini di prestazioni convenzionate con l’Asl 2 è stato fissato a 27,5 milioni di euro.

Futuro dell'ospedale di Albenga, apertura delle buste per l'ortopedia privata

Intanto, il rituale dell’apertura delle offerte di oggi è stato reso più curioso dalla presenza, tra le buste più o meno spesse contenenti i documenti, di un voluminoso scatolone inviato dal Policlinico di Monza. Il “mistero” è stato svelato alla fine, quando i membri della commissione lo hanno aperto svelando che al suo interno erano presenti i manuali di tutte le macchine e le apparecchiature di cui sarà dotato il reparto albenganese.

Nel corso della seduta, i rappresentanti di Col srl hanno annunciato di aver presentato al Tar, in data 10 ottobre, istanza cautelare di ricorso contro la decisione della Regione di prorogare la scadenza dei termini per la presentazione delle domande.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.