IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano, il Comune investe 580 mila euro per rimodernare 900 lampioni pubblici

L'obiettivo è ridurre i consumi e l'impatto ambientale e migliorare le prestazioni

Loano. Ammonta a quasi 580 mila euro l’investimento che l’amministrazione comunale del sindaco Luigi Pignocca intende effettuare per riqualificare e rimodernare quasi 900 lampioni pubblici di proprietà di Enel Sole.

La gran parte di queste struttura è costituita da obsolete lampade a vapori di mercurio, da strutture che disperdono gran parte della luce prodotta e che, comunque, non sono conformi alle norme sull’inquinamento luminoso. La gran parte delle luci, inoltre, non è alimentata da una rete dedicata, ma si appoggia agli impianti con cui Enel Energia serve anche tante utenze private.

Vista questa situazione, il Comune ha contattato Enel Sole per cercare di trovare una soluzione che permettesse da un lato di aggiornare il “parco luci” della città (specialmente dal punto di vista ambientale) e dell’altro permettesse anche di ridurre i consumi in termini di energia elettrica, di manutenzione.

Dal canto suo, Enel Sole ha elaborato uno studio di fattibilità che prevede la sostituzione di 895 luci a incandescenza o a vapori di mercurio con altrettanti dotati di tecnologia a Led. Nello stesso tempo, verrà effettuata la sistemazione degli impianti elettrici che alimentano gli stessi lampioni.

Questa operazione porterà diversi benefici: una drastica riduzione dei consumi di energia elettrica pari al 73 per cento (circa 491.713 kilowattora all’anno) rispetto a quelli attuali con conseguente e proporzionato risparmio economico sulla “bolletta” a carico del Comune (circa 111.579 euro l’anno); l’acquisizione, tra i beni di proprietà di Palazzo Doria, di tutti i lampioni che saranno oggetto dell’operazione di ammodernamento; l’abbattimento dell’inquinamento luminoso; il miglioramento della luce con elevata resa cromatica; una riduzione degli interventi di manutenzione con la conseguente riduzione della spesa relativa; la riduzione dei disservizi e dei guasti causati dalle lampade antiquate; la riduzione dell’impatto ambientale; una maggiore uniformità della luce e degli impianti; la riduzione delle emissioni di anidride carbonica.

Secondo quanto previsto dall’accordo che l’amministrazione comunale stipulerà con Enel sole, l’operazione si concluderà entro il 30 settembre del prossimo anno. Il Comune pagherà le spese necessarie dell’intervento soltanto una volta che Enel Sole avrà comunicato l’effettiva riduzione dei consumi da parte dei corpi illuminanti sostituiti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.