IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ladri “seriali” sui treni Savona-Ventimiglia: due giovani in manette ad Alassio

Nei guai sono finiti due tunisini che avevano appena rubato il cellulare ad una minorenne: nelle ultime settimane erano stati segnalati diversi furti

Più informazioni su

Alassio. Rubavano sui treni della tratta Savona-Ventimiglia, in particolare telefonini o borse di passeggeri, soprattutto nelle ore di maggiore presenza di pendolari, e poi riuscivano a dileguarsi facendola franca.

Le segnalazioni delle vittime di furti, nell’ultima settimana, si erano intensificate e così le forze dell’ordine avevano messo in moto una vera e propria controffensiva che, ieri, ha permesso ai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Alassio di arrestare i due responsabili dei furti.

Si tratta di S.A., 19 anni, e dell’amico F.L., di 18, entrambi disoccupati di origine tunisina e residenti a Imperia. I due sono stati notati ieri pomeriggio da un maresciallo in abiti borghesi che faceva servizio preventivo a bordo del treno, proprio mentre scendevano di corsa dal convoglio appena arrivato alla stazione di Laigueglia. Nel giro di pochi secondi il sottufficiale accertava che, poco prima, una ragazza minorenne era stata derubata del proprio smart-phone marca Wiko da una coppia di ragazzi non italiani, la cui descrizione corrispondeva per abiti e tratti somatici a quella dei giovani fuggitivi visti dal militare.

carabinieri treni

Venivano quindi diramate le ricerche dei giovani ladri e la pattuglia della Radiomobile di Alassio, che si trovava sul rettilineo tra Alassio e Laigueglia, dopo qualche minuto fermava due ragazzi nordafricani corrispondenti esattamente alla descrizione fornita, proprio mentre stavano raggiungendo di corsa la fermata del bus nell’abitato di Laigueglia.

Dall’immediata perquisizione nella mano destra di S.A. è stato trovato il telefono cellulare rubato poco prima alla ragazzina. I due sono stati quindi portati in caserma e dichiarati in arresto per furto con strappo in concorso.

La refurtiva è stata restituita alla vittima, che non ha riportato lesioni personali. La convalida dell’arresto è prevista per questa mattina in tribunale a Savona.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ospite di Alassio pagante IMU

    Buongiorno.
    Leggere in ‘manette’ i due nordafricani, viene da sbellicarsi dalle risate.
    Questi, confronto cosa accade nella loro patria, dove presi, vengono come minimo, picchiati di sana ragione e rinchiusi, QUI con le nostre leggi, verranno rilasciati, magari con delle scuse, liberi di proseguire la loro delinquenza ai danni di inermi cittadini.
    Cordialità.