IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Italia che Cambia” fa tappa a Tovo: incontro con il giornalista Daniel Tarozzi foto

"In Liguria persone e progetti straordinari, basta l'1% della popolazione per cambiare le cose"

Tovo San Giacomo. “Esiste un’altra Italia, diversa da quell’immagine di crisi e decadenza che i massmedia ci restituiscono ogni giorno. C’è un’Italia che cambia, anzi che è già cambiata e silenziosamente sta costruendo un nuovo paradigma culturale e un nuovo modo di vivere e agire. Un Paese fatto di imprenditori che mettono al centro la sostenibilità umana e ambientale, di giovani che scelgono con gioia di tornare alla terra o di realizzare progetti di integrazione, di sindaci virtuosi che realizzano politiche straordinarie su rifiuti, energia e mobilità”.

daniel tarozzi italia che cambia

Così il giornalista Daniel Tarozzi presenta “Italia che cambia”, un progetto che nasce per raccontare, mappare e mettere in rete le esperienze virtuose che già esistono sul territorio italiano e per facilitare le sinergie sia a livello locale che a livello tematico. Da anni ormai Tarozzi gira l’Italia in camper per conoscere le realtà che, in tutto lo Stivale, contribuiscono in modo attivo a “cambiare le cose”. “Italia che Cambia vuole rendere visibile questa ricchezza – spiega Tarozzi – per costruire un nuovo immaginario più vicino alla realtà”.

E tra le realtà mappate nel progetto c’è anche “Insieme Val Maremola”, l’associazione di promozione sociale attiva ormai da mesi a Tovo San Giacomo. Nata in origine come semplice “gruppo” sui social network dedicato allo scambio e al riuso, ben presto si è trasformata in una vera e propria associazione volta a sostenere ed aiutare tutta la comunità con appuntamenti culturali, gruppi di acquisto, iniziative benefiche ed intrattenimenti.

Sabato pomeriggio dunque Tarozzi è arrivato con il suo camper a Tovo, dove ha raccontato il proprio percorso e mostrato il documentario da lui girato durante un viaggio per l’Italia durato 7 mesi. E molti tovesi e pietresi sono arrivati ad ascoltarlo, per “fare il pieno” di energia positiva e motivazione, per continuare a credere che ognuno di noi può fare la differenza con le sue azioni.

daniel tarozzi italia che cambia

“Prima di tutto si può dire ai liguri che non è come si pensa… l’Italia è un paese molto migliore di come crediamo – ha detto Tarozzi – Sono 5 anni che giro su e giù l’Italia come giornalista, e ho potuto incontrare personalmente centinaia e centinaia di persone e progetti che non si arrendono alla crisi, alle difficoltà e alla mediocrità ma che si attivano per cambiare le cose. Questo lo stiamo facendo anche qui in Liguria”.

Sabato alle 19 il primo incontro con gli “agenti del cambiamento” ligure: “Qui in Liguria come in tutta Italia ho incontrato persone e progetti straordinari – ha proseguito il giornalista – Vi invito a venirli a vedere su italiachecambia.com per scoprire che il mondo non è come pensiamo ma è molto migliore… possiamo attivarci dal basso per cambiare le cose, adesso”.

Tutto ruota attorno a una percentuale, all’apparenza piccola: 1%. “I grandi cambiamenti sono sempre arrivati quando l’1% della popolazione si è attivato, e basta l’1% del proprio tempo per farlo – ha spiegato Tarozzi – Quindi abbiamo lanciato questa campagna, ‘L’1% del proprio tempo per cambiare l’Italia’., anche questa è gratuita e si trova sul web”. Un appello a cui chiunque può aderire: “Non importa la quantità, ma la qualità delle persone – ammonisce però Tarozzi – quando una persona si attiva, l’impatto sul territorio può essere immenso”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.