IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Influenza in arrivo a gennaio 2017 e sarà particolarmente “aggressiva”

Più informazioni su

Liguria. Le prime avvisaglie dell’influenza non dovrebbero arrivare prima del Gennaio 2017, ma gli esperti si aspettano, comunque, un virus particolarmente aggressivo, capace di mettere ko una larga parte di cittadini, superiore sicuramente a quella colpita negli anni scorsi.

A spiegarlo Giancarlo Icardi, direttore del Dipartimento di Igiene del San Martino. “Sarà un’influenza aggressiva perché essendosi modificati due virus, dei tre che circolano normalmente in periodo epidemico – spiega Icardi – è chiaro che ci aspettiamo, essendo la popolazione meno protetta, che il virus possa colpire più persone farne ammalare quindi un numero superiore”.

Il quadro clinico, omunque, dovrebbe restare sostanzialmente immutato, con i soliti sintomi ai quali siamo abituati. “La sindrome influenzale e diciamo sempre uguale a se stessa prosegue Icardi – sempre con le stesse caratteristiche – caratteristiche. Abbiamo la comparsa di una febbre ad elevata temperatura, che può essere anche superiore ai 38 gradi centigradi, oltre a sintomi respiratori e soprattutto uno più sintomi generali come il mal di testa al senso di ossa rotte il senso di spossatezza estrema. Queste, quindi, sono le caratteristiche classiche della sindrome influenzale”.

Il consiglio, quindi, è quello di evitare di rivolgersi ai pronti soccorso ma anche di evitare l’auto medicazione, che può essere particolarmente dannosa.. “Quando compaiono questi sintomi contattare sempre il proprio medico di famiglia – consiglia Icardi – e bisogna evitare l’auto prescrizione di farmaci antibiotici. Se si tratta influenza gli antibiotici non servono a niente e, anzi, creano situazioni che li rendono inutilizzabili nel momento in cui servono davvero. Il primo consiglio è, quindi, quello di contattare il proprio medico di famiglia che saprà dare tutte le indicazioni per affrontare al meglio i sintomi di un’influenza”.

La soluzione migliore resta sempre quella del vaccino antinfluenzale. Il 2 novembre, infatti, partirà la campagna di vaccinazione promossa dalla Regione Liguria. “C’è tutto il tempo di vaccinarsi, almeno fino a dicembre. virus influenzali, infatti, iniziano a circolare in forma epidemica di solito intorno ai primi 15 giorni dell’anno nuovo per arrivare al termine verso la fine di febbraio quindi non c’è la necessità di correre a vaccinarsi ma c’è tutto il tempo. Consideriamo – conclude Aicardi – che novembre e dicembre sono i mesi durante i quali è meglio vaccinarsi per evitare di ammalarsi nei periodi successivi”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.