IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Lungobormida di Cairo Montenotte sarà intitolato all’avvocato Angelo Bormioli

Costituì la Fondazione intitolata alla memoria della sorella Nilde Bormioli

Cairo Montenotte. Sarà intitolato al cairese Angelo Bormioli (1913-2005) il Lungobormida nel tratto compreso tra il ponte Stiacciani e il ponte degli Aneti.
Lo ha deciso l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Fulvio Briano che ha valutato positivamente il suggerimento della Fondazione Bormioli di Cairo Montenotte che ha proposto di rendere pubblico riconoscimento alla memoria dell’avvocato Angelo Bormioli, noto benefattore cairese, scomparso nel 2005. L’avvocato Bormioli nel 2003, costituì la Fondazione intitolata alla memoria della sorella Nilde Bormioli, con l’intento di devolvere il patrimonio personale e di famiglia a scopi benefici, istituendo una sezione di asilo nido presso la Scuola Materna monsignor Bertolotti, realizzando una residenza per anziani in Via Buffa ed uno spazio culturale, lasciando precise volontà affinché la Fondazione perseguisse attività culturali e sociali.

Bormioli fu uno stimato cittadino, che, dopo essere stato impegnato nel Regio Esercito e successivamente nell’Esercito di Liberazione, intraprese la carriera aziendale, ricoprendo importanti vertici presso l’Italgas, Ansaldo, Finmeccanica e Fiat; consulente del Ministero delle Finanze, della CECA e della CEE, fu anche benefattore ed amante dell’arte, della culturale della musica.

E così, riconosciuto il valore sociale che la Fondazione Bormioli, che ha avuto a Cairo si è deciso di intitolare il tratto di percorso pedonale e di pista ciclabile che, nel quartiere Oltrebormida, affiancano il fiume Bormida.

Questa la motivazione: “La città di Cairo Montenotte rende grata memoria all’avvocato Angelo Bormioli, benefattore cairese che dopo una vita di qualificate attività lavorative e di impegno civile, lontano dai clamori, ha devoluto tutti i sui beni – personali ed ereditati dagli antenati – a favore della cittadinanza attraverso l’Asilo nido, la Residenza per anziani, lo spazio culturale, istituzioni da lui volute, e attraverso le attività che la Fondazione, a lui intitolata, porta avanti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.