IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Fossano vince Tovagliaro, terzo Bertè: Spica, undici anni e talento

Gara Elo 100% a Fossano, buona la prestazione dei damisti del Savonese: vittorie e piazzamenti che fanno crescere il movimento

Più informazioni su

Savona. Ottimo successo sia dal punto di vista organizzativo che per il profilo tecnico per la I edizione del Trofeo Dama Hotel, gara nazionale di dama italiana (con validità Elo 100%) organizzato dal Circolo dama Fossano e disputato sabato 8 ottobre presso la sala congressi del Dama Hotel di Fossano. Buona la partecipazione dal Savonese, con anche risultati di rilievo per i portacolori della Liguria.

Infatti l’evento si è rivelato il principale torneo di questa caratura nella Granda ed uno dei maggiori in Piemonte, ed ha fatto registrare un record di iscritti, con quasi 40 partecipanti, provenienti da 3 regioni, Piemonte, Liguria e Veneto, ed appartenenti a 7 circoli damistici.

Di prim’ordine la partecipazione dal punto di vista della qualità tecnica: basti pensare che nel I Gruppo sono scesi in campo 2 grandi maestri e pluri-campioni italiani come Daniele Berté di Savona (CD Savonese) e Loris Milanese di Chieri; tesserato per il CD Fossano, il maestro Roberto Tovagliaro, (CD Savonese) e, inoltre, tra I e II Gruppo erano in gara altri 2 maestri e 4 candidati maestri. In pratica, quasi tutti i migliori damisti del Nord-Ovest in aggiunta a numerosi giocatori di livello nazionale e ai migliori regionali piemontesi e liguri. Infine è da sottolineare la partecipazione, specie nel II e III Gruppo, di molti giovani e giovanissimi, tutti di buon livello, sia della Granda sia soprattutto provenienti da Savona, Varazze e Genova, terre in cui la dama sportiva è in forte crescita.

Il torneo è stato ben diretto dall’arbitro Claudio Tabor di Torino e si è giocato sia al mattino che al pomeriggio, suddiviso in quattro categorie, tre agonistiche e una promozionale per amatori e ragazzi (disputata solo al pomeriggio). Grande soddisfazione in particolare per il CD Savonese ed i padroni di casa del CD Fossano, che hanno portato ciascuno tre atleti sul podio nelle tre categorie agonistiche.

Nel I gruppo di merito (Assoluti) si sono confrontati i migliori grandi maestri, maestri, candidati maestri e nazionali del Nord-Ovest: la gara è vissuta sul grande testa a testa tra il maestro Roberto Tovagliaro di Savona e il grande maestro Loris Milanese di Chieri (CD Fossano): dopo 5 turni intensi di gioco, ha trionfato Tovagliaro con 9 punti (4 vinte, 1 pari) precedendo di 1 solo punto Milanese, 2° con 8 punti (3 vinte, 2 pari). Al 3° posto con 5 punti il grande maestro Daniele Berté di Savona, che tra l’altro è anche il commissario tecnico della nazionale italiana di dama.

Il II gruppo di merito ha visto protagonisti tredici giocatori di categoria candidato maestro, nazionale e regionale, che si sono confrontati su 6 turni di gioco e sistema italo-svizzero.

A trionfare a punteggio pieno (12 punti in 6 gare) il candidato maestro Renzo Rubele di Verona (CD Molesini Verona), ma in realtà residente a Bruxelles, in Belgio, dove lavora. La sua partecipazione è stata motivo di grande orgoglio per Davide Pagliano, presidente del CD Fossano e organizzatore del torneo, in quanto Rubele non solo è damista di ottimo livello, ma è l’inventore del sistema di classificazione dei giocatori che si chiama, appunto, Elo-Rubele. Il candidato maestro di Verona ha sbaragliato gli avversari con 6 vittorie su 6 gare e dominando il II gruppo.

Buone sorprese per il CD Fossano sono giunte dal III gruppo di merito, quello in cui si sono confrontati ben quindici damisti di categoria provinciale, sempre su 6 turni di gioco e sistema italo-svizzero. Infatti, a trionfare a sorpresa ed a punteggio pieno (12 punti) il fossanese Massimo Giaccardo che ha totalizzato 6 vittorie su 6 incontri e al suo primo anno di agonismo conquista il suo primo torneo dama italiana con validità Elo, che va ad aggiungersi al titolo di campione regionale di II gruppo di dama internazionale vinto a febbraio. Inoltre, grazie a questo successo Max Giaccardo sarebbe anche superato quota 1.000 punti Elo e sarebbe stato promosso alla categoria regionali, se la FID per quest’anno non avesse congelato le promozioni dalla categoria provinciali.Gran lotta alle spalle di Giaccardo per gli altri due posti del podio. Tutto si decide all’ultimo turno di gioco: 2° posto con 9 punti per il giovane Alberto Mortola di Rapallo (CD Genovese) e 3° posto con 8 punti per l’ancor più giovane Manuel Olivero di Bra, anche lui del CD Fossano, che porta 2 suoi damisti sul podio. Al 4° posto da segnalare l’ottimo torneo del giovanissimo Alessandro Spica, di Varazze, ragazzino di soli 11 anni che gioca a Dama solo da gennaio, ma già mette in mostra ottime qualità: ne risentiremo parlare.

Nel pomeriggio si è disputato anche un torneo promozionale per amatori e ragazzi non tesserati che ha visto protagonisti adulti, giovani e bambini di Fossano e di Bra.

Pagliano ha ringraziato tutti i damisti per l’ottima partecipazione, in particolare quelli giunti da più lontano come i tanti damisti liguri e Renzo Rubele, giunto apposta dal Belgio. Inoltre, ha ringraziato i grandi maestri Milanese, Berté e il maestro Tovagliaro per aver dato lustro all’evento e gli ultimi 2 anche i qualità di rappresentanti della FederDama. Inoltre, Pagliano ha messo in evidenza la partecipazione di tanti giovanissimi e giovani (più 1/3 degli iscritti), a sottolineare che la dama è uno sport in crescita e che può puntare al futuro. Infine, ha ringraziato l’arbitro Claudio Tabor per l’ottima direzione di gara, sua sorella Daniela, i fratelli Dario e Marco ed i genitori per la collaborazione nell’organizzazione dell’evento e per la sua sponsorizzazione e l’altro sponsor principale, la Cassa di Risparmio di Fossano Spa.

Alle premiazioni per il Comune di Fossano è intervenuto l’assessore allo sport Michele Mignacca, che ha ringraziato Davide Pagliano e la sua famiglia e tutto il CD Fossano per l’impegno con cui promuovo da oltre 10 anni la dama a Fossano, portando in città eventi di grande livello e contribuendo a far conoscere Fossano anche dal punto di vista turistico. Poi, precedute dall’inno di Mameli, le premiazioni di ogni categoria, con prodotti locali per tutti e per amatori e ragazzi, mentre i primi tre dei gruppi agonistici hanno ricevuto coppe, trofei e rimborsi spese.

Infine, Davide Pagliano ha dato appuntamento al prossimo grande evento della dama a Fossano: i campionati italiani a squadre di dama internazionale, in programma il prossimo mese dal venerdì 25 a domenica 27 novembre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.