IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il festival “Voci dall’Ombra” si apre con una giornata di studi e un “blog talk” sul doppiaggio

La 17^ edizione del Festival si terrà a Savona dal 27 al 29 ottobre

Savona. La 17^ edizione de “Il Festival Nazionale del Doppiaggio Voci nell’Ombra”, prodotta sotto la direzione di Tiziana Voarino e del professor Felice Rossello, da Risorse – Progetti & Valorizzazione si svolgerà a Savona dal 27 al 29 ottobre con Serata d’Onore il 28 alle 21 al Teatro Chiabrera (come tutti gli appuntamenti del Festival è a ingresso gratuito fino ad esaurimento posti ed è possibile prenotare un posto al 3801871206).

E’ la più longeva e importante manifestazione a livello europeo dedicata al mondo del doppiaggio, nella consapevolezza che il doppiaggio italiano è sicuramente, a livello di professionalità, il migliore in assoluto. Il Festival si pone l’obiettivo di promuovere e valorizzare l’arte, il patrimonio, del doppiaggio italiano, in cui siamo “maestri”. La manifestazione con la sua naturale vocazione nazionale e crossmediatica proprio in questi giorni ha recuperato il patrocinio del ministero per i beni e le attività culturali e ha il sostegno di Siae e main sposor Ladybird house, leader nel settore della bellezza delle mani e delle unghie.

Giovedì 27, a partire dalle 10.30 una tavola rotonda internazionale tra accademici, esperti, addetti e professionisti del doppiaggio dal titolo “La trasposizione multimediale in Europa e in altri paesi. Nuovimercati e nuove soluzioni?” si svolgerà nella bellissima Sala Sibilla della Fortezza del Priamar. Parteciperanno rappresentanti dell’Université Sophiae Antipolis, dalla Russia Alexey Kozulyaev, del Conservatorio e della Bicocca di Milano, dell’Unversità di Genova, dell’Aidac (in allegato la presentazione dettagliata anche con i convegnisti) Per non lasciar cadere in una facile celebrazione o, al rovescio in una totale dissacrazione, l’enigma della voce, il Festival ha, infatti, dato vita ad uno spazio in cui accademici, studiosi, esperti, professionisti ed operatori del settore possano dialogare e confrontarsi, condividendo le proprie esperienze. Un vero e proprio laboratorio, quindi, in grado di mettere a lavoro idee, problemi, domande, capaci di stimolare e dare una direzione nuova a molte delle questioni nodali che il doppiaggio, giocoforza, porta con sé. Questioni etiche, tecniche, pratiche, artistiche.

Questioni urgenti, attuali per poter andare avanti nel comprendere e come l’’idea, il sogno, l’utopia di un’integrazione economica, sociale e, soprattutto, culturale tra le diverse aree del mondo possa realizzarsi. Ma confrontarsi con l’Europa, con il “globale” non vuol dire solamente fare i conti con mercati vari, culture diverse, ma significa, anzitutto, possibilità di scambi, fare i conti con una relazione, con un Altro, con una differenza. Possiamo allora pensare all’Europa, all’Eurasia, al mondo globale nella fase di inizio del suo cammino moderno. Ma questa complessa dialettica tra differenze, tra lingue diverse, tra culture diverse, tra unità e varietà, oggi, che direzione ha preso? E il doppiaggio, e così le varie querelle che lo circondano, che direzioni ha individuato? Che soluzioni si paventano, quali strumenti si adotteranno, che sviluppo si profilerà per il settore della trasposizione degli audiovisivi? Perché, in fondo, la traduzione – qualsiasi tipo di traduzione, da quella letteraria a quella multimediale – implica cercare una vicinanza, attraverso una distanza.

Al Teatro dei Cattivi Maestri alle Officine Solimano alle 21, il Festival propone un nuovo format di confronto con il pubblico, ricco di contenuti come un blog e dalla dinamiche del talk show. E’ il blog talk condotto dal Presidente di Giuria del Festival Steve della Casa con la partecipazione di Alessandro Boschi della trasmissione cult di cinema Hollywood Party in Onda su Rai Radio 3, i direttori Tiziana Voarino e Felice Rossello, un amico del festival Giancarlo De Angeli, il russo Alexey Kozulyaev della Rufilms e soprattutto protagonista anche il pubblico. Sarà presentato anche i libri, editi da Bulzoni, Il doppiaggio nel Cinema di Hollywood e il doppiaggio nel cinema italiano di Enrico Lancia, Fabio Melelli e Massimo Giraldi e il libro su Aldo Fabrizi Lancia e Melelli di Gremese.

Tiziana Voarino direttore del Festival insieme al professor Felice Rossello, aggiunge: “Gli appuntamenti di giovedì come tutti gli appuntamenti del Festival sono gratuiti. Siamo orgogliosi di puntare su eventi da proporre al pubblico gratuitamente, anche se la manifestazione è supportata soprattutto da sponsor privati, individuati con un lungo e faticoso lavoro. E comunque, non ci dimentichiamo di aiutare chi ha bisogno. Affiancheremo anche quest’anno in collaborazione con l’assessorato alle politiche sociali del Comune, con l’assessore Cristina Bellingeri di Savona Operazione Stella 2065, che si è sempre posta obiettivi concreti. Non si smentisce e lancia ‘Adottiamo una famiglia’ per essere di aiuto a un nucleo che è in difficoltà. Sappiamo che la Fondazione Bagnasco di Savona darà già un contributo” .

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.