IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Eleonora Brigliadori contro la chemio, a Balestrino per un “rito solare”: rissa con la “Iena” Nadia Toffa fotogallery

Lo scorso 25 settembre l'attrice era nel loanese per una "Pro-Cessione della Volontà Solare": lunga lite con la troupe di Italia 1

Balestrino. Le immagini di Eleonora Brigliadori, attrice e conduttrice televisiva, che mentre organizza un “rito sacro” colpisce al volto e minaccia con un bastone la “iena” Nadia Toffa, proprio sotto il cartello con la scritta “Balestrino”. Ecco uno dei servizi della prima puntata della nuova serie delle Iene, andato in onda ieri su Italia 1.

Brigliadori balestrino

Il servizio, intitolato “Consigli maligni di una showgirl” è incentrato sulle posizioni controverse della Brigliadori sul tema del cancro: da diversi anni infatti l’ex annunciatrice di Canale 5 sostiene pubblicamente, sia attraverso i social che nelle trasmissioni tv, l’inutilità della chemioterapia. Non solo: seguendo le teorie di Hamer, un teologo e medico tedesco radiato dall’albo per aver elaborato una medicina alternativa (la Nuova Medicina Germanica), Brigliadori sostiene che la genesi di ogni patologia sia dovuta a presunti traumi o conflitti non risolti, mentre i medici (definiti “demoniaci”) proporrebbero la chemioterapia soltanto per poter guadagnare, mentendo ai malati che in realtà verrebbero uccisi non dal tumore, ma dalla terapia stessa.

Teorie che, un anno fa, avevano portato la Brigliadori ad essere cacciata dallo studio del Maurizio Costanzo Show. Secondo la conduttrice tv, in estrema sintesi, i sintomi del tumore deriverebbero unicamente dalla paura, e basterebbe risolvere i propri conflitti interiori (ed usare una pomata alla fitolacca, commercializzata per le emorroidi) per guarire. Anzi, “se il tumore è maligno – sostiene nel video con una ragazza malata di cancro – significa che sta già guarendo”.

Una settimana fa l’attrice era a Balestrino e Loano, in occasione di una tre giorni dedicata al “Rito Solare di San Michele”: tra una conferenza ed un seminario di euritmia, era prevista anche una “rappresentazione pubblica in cerchio” proprio con la Brigliadori, una sorta di rito denominato “La Pro-Cessione della Volontà Solare” (un’iniziativa, va precisato, completamente slegata dalla “crociata anti-chemio” della conduttrice tv).

Il servizio delle Iene, dopo una prima parte registrata a giugno con una malata di cancro che (in accordo con la trasmissione) ha registrato un incontro con l’attrice, a partire dal tredicesimo minuto si incentra proprio sull’incontro tenutosi domenica 25 settembre a Balestrino. La “iena” Nadia Toffa avvicina la Brigliadori che, con un lungo abito bianco ed un atteggiamento sacrale, sta per dare il via al “rito”. Ne seguono minuti difficili, nei quali Brigliadori e alcuni suoi collaboratori più volte minacciano la iena, in alcuni casi anche con dei bastoni: ad un certo punto Brigliadori la colpisce con uno schiaffo al volto, mentre allarga le braccia in uno dei gesti evidentemente previsti dal rito.

Tra una minaccia e l’altra, diverse discussioni sulla presunta “pericolosità” della chemio e riferimenti al sacro (la Brigliadori si paragona a Gesù, che come lei “non ha pubblicato nulla”), mentre Nadia Toffa la accusa di allestire questi riti solo per denaro (“Hai incassato 100 euro in nero da ognuna”). Un servizio che nei prossimi giorni farà molto discutere, e che questa mattina sta rapidamente diventando notizia da prima pagina per le maggiori testate nazionali. Il filmato integrale è visionabile a questo link.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giro

    Come se la chemioterapia guarisse tutti, e di soldi questi che la propongono, dalle aziende farmaceutiche a chi la propina negli ospedali come acqua minerale, non ne prendessero.
    Perchè le iene non parlano, anche, di questo?
    La pericolosità, e molto spesso l’inutilità, è reale, non presunta, basta informarsi, lo dicono apertamente anche le aziende farmaceutiche.
    Perchè non si prendono i dati, spaventosi, di tutto questo?
    Ce ne sarebbe da raccontare per anni.
    Per favore pubblicate questo messaggio. Dico solo alla gente di informarsi. BENE.