IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dietrofront del Comune di Alassio sui lavori all’asilo Piccolo Principe

Il consigliere Galtieri punzecchia la maggioranza: "Risponda pubblicamente delle proprie azioni"

Alassio. “Comune di Alassio: un’amministrazione come i gamberi, con una marcia avanti e tre indietro”. Nota stampa al vetriolo del consigliere comunale di opposizione Angelo Galtieri sul caso dell’asilo Piccolo Principe di Alassio.

Dopo una determina dirigenziale (n.369 del 26/09/2016) arriva la precipitosa retromarcia del dirigente comunale Enrico Paliotto che, con una nuova determina (n. 376 del 30/09/2016) ovvero solo quattro giorni dopo, ha revocato la prima. “In questo “modus operandi” di difficile comprensione per noi persone “normali”, visto il pressapochismo operativo anche inopportuno di questo dirigente, tornano alla mente altre vicende amministrative che interessano da vicino la città e l’amministrazione comunale del sindaco Enzo Canepa, che desidero qui di seguito ricordare ai cittadini: E’ ormai chiaro che il dirigente del settore tecnico non è un “mentalist” , viste le recentissime determine , di incarico e determina di revoca nell’ “affaire” asilo nido “Piccolo Principe” a distanza di soli 4 giorni – sottolinea Galtieri –  Rilevo che il dirigente non trova in sei mesi il tempo per emettere una determina di proroga in merito all’appalto sugli “stalli blu” ovvero i parcheggi a pagamento – appalto scaduto il 01 Aprile 2016 (lasciando l’azienda gestore del servizio e l’Ente senza copertura contrattuale); rilevo poi che lo stesso dirigente ha presentato e revocato per ben tre volte dopo le osservazioni in consiglio dell’opposizione, la determina finalizzata alla chiusura del contenzioso con la Società Alassio Parking, quella che gestisce i parcheggi sotto il nuovo Stadio Ferrando, senza mai dare spiegazioni in merito”.

Lo stesso Galtieri rileva che “pur riconoscendo il “meraviglioso” lavoro svolto nella definizione parametri e conclusione della convenzione per l’ex Hotel Astra a seguito di cambio di destinazione dell’immobile relativo, non si possano giustificare tali, a questo punto, solo presunti meriti di alta professionalità. Ritengo, quindi, che i successi ottenuti dal dirigente non siano oggettivamente sufficienti a giustificare il costo economico sostenuto dai cittadini per il suo operato, seppure come visto estremamente valorizzato, apprezzato e tanto decantato, non a caso, dal sindaco Enzo Canepa in atti, considerato che con Decreto sindacale n.23 del 2014 si assegna in capo all’ingegner Enrico Paliotto il trattamento annuo determinato nella misura del 50% ( perché part-time ) di euro 55.158,80 lordi; ma di più, rimango basito e senza parole quando con la Delibera di Giunta n.63 di Registro presa nella Seduta del 23/03/2015, avente ad oggetto: “Ing. Enrico Paliotto – Indennità ad personam ex art. 110, comma 3, D.L.gvo 267/2000 e s.m.i. , il sindaco Enzo Canepa nella propria assoluta ed esclusiva volontà e capacità di valutazione decide di riconoscere allo stesso ing. Enrico Paliotto, a far data dal 01 aprile 2015, un’indennità annuale lorda ad personam di euro 20.000 per tredici mensilità”.

Ancora Galtieri: “Confermo la concreta difficoltà a comprendere le scelte politico-amministrative di questa maggioranza firmata Enzo Canepa & C., una maggioranza alla quale chiedo di voler rispondere pubblicamente delle proprie azioni e per la colpevole inerzia nel merito degli argomenti trattati, con un chiarimento, a questo punto, ormai non più procrastinabile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.