IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Consiglio regionale, sì a Legge di Stabilità e assestamento di bilancio

Regione. Il Consiglio regionale ha approvato con 16 voti favorevoli (maggioranza di centro destra) e 15 contrari (Pd, Movimento5Stelle e Rete a sinistra) il Disegno di legge 110 “Modifiche alla legge regionale 20 dicembre 2015 n.27 (Legge di stabilità della Regione Liguria per l’anno finanziario 2016).

Attraverso il provvedimento vengono apportare alcune modifiche alla legge di stabilità della Regione Liguria per l’anno finanziario 2016. Le modifiche hanno carattere prevalentemente tecnico, tranne quella relativa alla proroga di ulteriori 3 mesi della possibilità di regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica regionale, che ha una valenza più sostanziale: in particolare viene stabilito di estendere di ulteriori tre mesi (fino al 31 gennaio 2017) la possibilità di regolarizzazione agevolata della tassa automobilistica regionale, in considerazione del fatto che la campagna di comunicazione condotta dall’Agente della Riscossione è stata avviata solo dal mese di luglio 2016, quindi pare opportuno concedere un lasso temporale maggiore ai contribuenti per potersi avvalere di detta possibilità.

Per quanto riguarda le altre modifiche di natura più tecnica, viene, innanzitutto, previsto un meccanismo di semplificazione delle procedure contabili relative agli eventuali ripianamenti dei disavanzi sanitari; la norma, quindi, demanda alla Giunta regionale il compito di provvedere con un atto amministrativo alle variazioni compensative necessarie. Viene previsto un ulteriore strumento a favore delle ARTE, per superare la situazione di sofferenza economico – finanziaria: in analogia a quanto già previsto per le Comunità Montane, dunque, viene inserita la possibilità di attivare piani di rientro dei crediti vantati dall’Ente regionale.

Si interviene, poi, sulla disciplina dei controlli sui bilanci degli Enti regionali, uniformando le disposizioni relative all’istruttoria dei bilanci di previsione, prevedendo per tutti l’istituto dell’interruzione dell’istruttoria stessa – al posto della semplice sospensione -, in caso di richieste di chiarimenti. Infine, considerata l’urgenza e la necessità di superare l’impugnativa del Governo nei confronti della legge regionale 16 in materia di ecotassa, vengono apportate le correzioni necessarie – concordate col Ministero dell’Ambiente -, per garantire la conformità della legge regionale alla legge statale. Una volta varate queste modifiche, il Governo ritirerà il ricorso.

Il Consiglio regionale ha poi approvato con 16 voti favorevoli (maggioranza di centro destra), 15 contrari (Pd, Movimento5Stelle e Rete a sinistra) il Disegno di legge 111 Assestamento al Bilancio di previsione della regione 2016-2918 Con il provvedimento di assestamento al bilancio di previsione 2016- 2018, a seguito dell’approvazione del Rendiconto generale dell’amministrazione per l’esercizio 2015 e del riaccertamento ordinario dei residui, la Giunta procede innanzitutto ad aggiornare i residui attivi e passivi presunti alle effettive risultanze contabili al 31 dicembre 2015 ed alle conseguenti variazioni di cassa. Vengono, inoltre, apportate alcune variazioni al bilancio che, grazie alla rimodulazione della spesa sulla base di risorse risparmiate, a nuove risorse vincolate e all’applicazione dell’avanzo di amministrazione, consentono di realizzare importanti interventi sul territorio.

La manovra complessiva vale oltre 156 milioni di cui 87 milioni relativi a nuove risorse vincolate, 27 milioni relativi a reiscrizioni e 42 milioni coperti da nuovo mutuo, avanzo libero e altre entrate. In particolare vengono stanziati 9,8 milioni di euro a completamento del cofinanziamento regionale dei programmi comunitari garantendo il finanziamento della programmazione 2014-2020, sia per il Fondo Sociale Europeo, sia per il FESR, sia per il Fondo per gli affari marittimi e la Pesca; vengono realizzati investimenti nel settore del commercio per 2,5 milioni di euro; viene garantito l’accordo annuale con Trenitalia e AMT per il biglietto urbano integrato completando il finanziamento con 840 migliaia di euro, finalizzato all’incentivazione dell’utilizzo del trasporto pubblico dell’area metropolitana genovese; si assicura l’integrale copertura del Fondo per le gravi disabilità iscrivendo ulteriori 4 milioni di euro; viene finanziato il festival di Sanremo e interventi di internazionalizzazione delle imprese per complessivi 500 migliaia di euro; si interviene con ulteriori finanziamenti su borse di studio, scuole dell’infanzia, difesa del suolo.

Al fine di ridurre la spesa corrente e per incentivare il recupero economico attraverso investimenti pubblici, viene autorizzato un mutuo per 32,6 milioni di mutuo con cui vengono finanziati, tra gli altri, il progetto di implementazione del sistema regionale di bigliettazione elettronica, investimenti nell’edilizia sanitaria, interventi ambientali in materia di bonifiche, qualità dell’aria e difesa del suolo, interventi di manutenzione straordinaria di impianti sportivi e contributi per investimenti ai piccoli comuni (PICO). Il testo, infine, provvede ad adeguare gli stanziamenti di entrata e di spesa sulla base dell’utilizzo del risultato di amministrazione, conseguente alla chiusura dei conti 2015 e si rettificano le poste relative ai fondi di natura obbligatoria previsti nel bilancio regionale.

Approvato un emendamento della giunta che indirizza 50 mila euro alla riapertura del museo minerario di Gambatesa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.